Iscriviti
Venezia

Fumo in piazza San Marco, diversivo per rapinare gioielleria

Paura e confusione in piazza San Marco a Venezia a causa di una fitta coltre di fumo bianco causata da rapinatori che volevano svaligiare la gioielleria Damiani e Rocca 1794.

Cronaca
Pubblicato il 17 marzo 2017, alle ore 22:35

Mi piace
12
0
Fumo in piazza San Marco, diversivo per rapinare gioielleria
Pubblicità

Il campanile di San Marco, a Venezia, oggi pomeriggio verso le 13, è stato avvolto da una densa coltre di fumo bianco. I turisti e i cittadini che si trovavano in quella zona sono stati presi dalla paura che scaturisce dal non sapere che cosa sta accadendo.

Subito, tutti hanno pensato a un incendio sul campanile, ma non c’erano fiamme. La coltre bianca era causata da un fumogeno posto alla base del campanile, vicino al bar Aurora. L’individuazione del fumogeno e l’arrivo dei vigili del fuoco con le altre forze dell’ordine sono stati immediati.

A dare il primo allarme, urlando, è stato un turista che seduto ad un tavolo del Caffè Quadri, ha assistito alla scena del lancio del fumogeno e della direzione dei ladri verso la gioielleria.

A gettare il fumogeno è stata una banda di rapinatori, volevano far attirare l’attenzione di tutti verso il campanile, nel frattempo, armati, cercavano di rapinare la gioielleria Damiani e Rocca 1794 ex Missaglia di cui la nuova gioielleria porta ancora l’insegna. Gettato il fumogeno i rapinatori si sono diretti verso la gioielleria, ma non sono riusciti ad entrare: le commesse hanno bloccato per tempo la porta d’ingresso.

Guido Damiani, presidente del gruppo Damiani ha raccontato, all’ANSA, per telefono: “Sono riusciti ad entrare nella gioielleria fingendosi clienti, uno dei due pare avesse una pistola, ma i nostri dipendenti hanno reagito con coraggio, dando l’allarme e facendoli fuggire“.

I ladri, viste le forze dell’ordine correre verso di loro, sono scappati tra le calli, approfittando del fumo e del parapiglia. Ora le forze dell’ordine stanno raccogliendo le testimonianze ed esaminando le videocamere della zona, per capire quanti erano i rapinatori e se davvero fossero armati.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Complimenti al turista attento e alle commesse veloci a bloccare la porta d'ingresso. Mi domando però con tutti i controlli che si sono come abbiano fatto ad arrivare a gettare un fumogeno e a dirigersi verso la gioielleria. Per fortuna c'era un turista al tavolo del caffè... Forse i controlli non sono ancora quelli giusti o sufficienti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!