Iscriviti

Cimici rendono impossibile la vita: petizione a Padova per fermare l’invasione

I residenti delle frazioni di Selvazzano hanno fatto un appello al sindaco Soranzo: "Basta coltivare soia" individuando in questa coltivazione l’invasione delle cimici

Cronaca
Pubblicato il 17 ottobre 2018, alle ore 15:25

Mi piace
9
0
Cimici rendono impossibile la vita: petizione a Padova per fermare l’invasione

Viviamo blindati in casa, vogliamo tornare liberi“, ad affermarlo è un gruppo di cittadini del territorio comunale di Selvazzano. 

Nel loro appello al primo cittadino, Enoch Soranzo, chiedono che sia messo il divieto immediato per il prossimo anno, di coltivare soia, di cui vanno ghiotte le cimici, vicino alle abitazioni.

L’invasione delle cimici

Sono questi gli ultimi giorni in cui si potrebbe stare tranquillamente all’aperto, ed invece, per difendersi delle cimici, la gente è costretta a rimanere blindata in casa. L’invasione delle cimici, verdi o marroni, quest’anno è favorita dalle temperature ancora miti, le stesse che porterebbero la gente a godersi l’aria in libertà, a stendere la biancheria al sole, a mangiare un frutto del proprio giardino, o semplicemente a cambiare l’aria delle stanze senza correre il rischio di far entrare ed “essere invasi da questi insetti maleodoranti“.

I residenti sono stanchi delle cimici ghiotte di soia e di diversi tipi di frutta, come è stato accertato. Se non si riesce a eliminarle direttamente, i cittadini chiedono di far in modo che non abbiano motivo di soggiornare nei pressi delle loro case.

Nella loro petizione, i residenti descrivono il territorio di Selvazzano intrecciato tra campi coltivati e zone residenziali. Ora che i campi sono coltivati di soia, essendone ghiotte, le cimici vanno al pascolo, con la conseguente invasione nelle vicine case. “Il disagio e l’esasperazione sono facilmente immaginabili”, confessano i residenti facendo notare che “l’ampio uso di insetticidi o di altre sostanze repellenti risolve solo temporaneamente il problema”.

L’unica via d’uscita praticabile è stata quella di chiedere all’Amministrazione comunale di trovare una soluzione a una situazione insostenibile, di pensare fin d’ora a porvi un freno. Il timore dei cittadini è che le cimici con la stagione fredda si nascondano in ogni angolo possibile della casa, in cerca di riparo pronte a ripartire e a infastidire la popolazione il prossimo anno.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - In Città non c'è soia, eppure le cimici verdi e marroni arrivano. Le trovi ovunque appollaiate al muro, ai balconi, pronte ad entrare. Quando entrano le riconosci subito per il fragoroso battito d'ali che somiglia a quello dei soldati quando mettono mani ai "ferri" di battaglia. Quando si quietano continui a guardarti attorno perchè sai che se per sbaglio ne colpisci una, questa t'infetta la casa con il suo insopportabile odore.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!