Iscriviti
Genova

Carla Signoris: il crollo del ponte di Genova dovuto al poco interesse verso i cittadini

E' passata circa una settimana dal crollo del ponte Morandi a Genova ed ancora le ferite di chi è stato colpito da questa immane quanto ingiusta tragedia sono vive. Carla Signoris, genovese doc, attrice comica e moglie di Maurizio Crozza, dice la sua.

Cronaca
Pubblicato il 22 agosto 2018, alle ore 12:11

Mi piace
7
0
Carla Signoris: il crollo del ponte di Genova dovuto al poco interesse verso i cittadini

Carla Signoris, celebre attrice comica,doppiatrice, moglie di Maurizio Crozza nonché genovese doc, parla delle emozioni provate quando ha saputo del crollo del ponte Morandi di Genova. Dichiara di essere rimasta senza parole appena appresa la notizia e di aver provato una sensazione simile a quella provata per il crollo delle Torri Gemelle a New York.

Si emoziona quasi nel ricordare quell’evento che ha duramente colpito la sua città e si dichiara profondamente addolorata per un fatto che non sarebbe mai dovuto accadere. Lei, come tutti i genovesi, percorreva quel ponte tantissime volte e ricorda teneramente le parole della madre che ogni volta le diceva: “Saluta la Madonnina della Guardia. Saluta la Madonnina della Guardia“.

Quel ponte le faceva paura da bambina ma poi, essendo costretta a percorrerlo, ci si era abituata. Quel ponte in qualche modo era una parte importante della sua città, di una città che ama profondamente e verso cui sente un fortissimo legame. Evidenzia come sia strano che per accorgersi delle cose bisogna prima che una tragedia avvenga.

Non si dà pace sul fatto che è dovuto crollare un ponte e mietere tante vittime per capire che questa città è abbondonata a se stessa. Le uniche colpe attribuibili a questo funesto evento sono dovute all’incompetenza, all’incuria e al poco interesse verso i cittadini, aggiunge.

Ribadisce poi il concetto che Genova è una città fondamentale per l’economia italiana perchè è il terzo porto in Europa. Dopo questo crollo indubbiamente tutta l’economia locale e nazionale ne risentirà ma poi conclude dicendo che comunque anche questa voltà Genova ed i genovesi si rialzeranno a testa alta. Si rimboccheranno le maniche come hanno sempre fatto ma per fare ciò è necessario l’impegno di tutti senza polemiche e senza propagande elettorali. Ci vogliono progetti concreti per dare la possibilità a questa città di rinascere più forte di prima.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Beatrice Cinnirella

Beatrice Cinnirella - Un altro commento sull'accaduto da parte di un'attrice comica sicuramente conosciuta ed apprezzata dal grande pubblico. Una donna che da genovese si sente profondamente ferita da quanto accaduto alla sua città ed alla sua gente. Sicuramente parole di conforto le sue e di speranza affinché la città si rialzi ancora più forte.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!