Iscriviti

Camminano a piedi sulla strada provinciale dopo l’alcoltest. Investiti e uccisi da un’auto

Due marocchini sono morti dopo essere stati investiti da un'auto mentre camminavano sulla strada provinciale Monza-Trezzo. Erano ubriachi. Alla guida dell'auto una ragazza che dopo l'accaduto è in stato di shock.

Cronaca
Pubblicato il 6 ottobre 2018, alle ore 13:25

Mi piace
4
0
Camminano a piedi sulla strada provinciale dopo l’alcoltest. Investiti e uccisi da un’auto

Tre ragazzi marocchini nella notte erano stati fermati dai carabinieri per un controllo con l’alcoltest. Poco dopo, sulla strada provinciale Monza-Trezzo, vicino alla caserma dei carabinieri, è avvenuto l’incidente che ha causato la morte di due di loro.

Alla guida dell’auto c’era una ragazza, che dopo l’accaduto è stata ricoverata in stato di shock.

La vicenda

La tragedia è accaduta a Bellusco, in provincia di Monza e Brianza.

I tre ragazzi erano a bordo di una Seat Ibiza; erano ubriachi. Una pattuglia di Vimercate, li ha fermati e dopo il controllo e l’alcoltest, ha provveduto al sequestro dell’auto. È stata anche ritirata la patente al conducente per guida in stato di ebbrezza.

Per tornare a casa, i tre ragazzi hanno iniziato a camminare lungo quella strada che presenta una luminosità parziale e pochi locali.

Sulla stessa strada, stava guidando la ragazza di 21 anni che, come loro, rientrava da una serata con gli amici. L’auto ha travolto due dei ragazzi. La ragazza, sotto shock, ha subito chiamato i soccorsi e sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e i soccorsi del 118. Dopo l’accaduto è stata soccorsa in stato di shock e condotta in ospedale in codice giallo.

I corpi senza vita di Aziz Oukhanekch, 38 anni, e di Youssef Oujaa, 33 anni, sono stati ritrovati che giacevano rispettivamente vicino all’auto che li ha investiti e sulla scarpata. Il terzo marocchino, marocchino di 29 anni, invece, è rimasto illeso. Il ragazzo si era allontanato dal trio ed è stato successivamente rintracciato dalle forze dell’ordine.  

Le indagini

Il terzo ragazzo dovrà spiegare agli inquirenti le motivazioni che hanno spinto i due ragazzi a decidere di camminare lungo la Provinciale.

La ragazza, invece, sarà sottoposta ad accertamenti per capire se aveva fatto uso di alcolici e droghe prima di mettersi al volante.  

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Non capirò mai il piacere dei giovani di bere fino ad ubriacarsi mentre trascorrono le serate tra amici. I controlli dei carabinieri hanno dimostrato che i tre ragazzi erano ubriachi ed hanno agito di conseguenza. Ma perchè, dopo che l'auto è stata sequestrata, hanno deciso di tornare a casa a piedi su una strada provinciale? Non oso immaginare come si sarà sentita la ragazza che li ha travolti.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!