Iscriviti

Brindisi, prende a sprangate l’amico: aveva una relazione con la nipote minorenne

Dopo aver scoperto la relazione tra la nipote minorenne ed un suo amico, lo picchia violentemente con una spranga: dopo averlo abbandonato, si costituisce.

Cronaca
Pubblicato il 27 novembre 2018, alle ore 10:07

Mi piace
1
0
Brindisi, prende a sprangate l’amico: aveva una relazione con la nipote minorenne

Accade ad Ostuni in provincia di Brindisi, dove un uomo ha scoperto la relazione amorosa tra un suo amico e la nipote minorenne, andando su tutte le furie. Ingannando l’amico, è riuscito a portarlo in un casolare in campagna dove lo ha picchiato violentemente utilizzato una spranga. L’aggressore ha abbandonato la vittima sanguinante presso quel posto sperduto, per poi dirigersi con il suo legale in questura e costituirsi.

Una vicenda chiara e senza alcun dubbio quella accaduta ad Ostuni, dove si è consumata una violenza che vede viva quasi per miracolo la vittima, presa a sprangate. Riuscito a dirigersi in strada con le sue forze e insanguinato, alcuni automobilisti hanno soccorso l’uomo portandolo in ospedale dove ha sporto denuncia contro il suo amico e aggressore.

Una relazione con una minorenne

Ha appena sedici anni la nipote dell’aggressore con cui l’amico aveva intrapreso una relazione amorosa. L’uomo, che ha dato di matto, ha avuto la conferma della relazione tra i due tramite alcuni messaggi scoperti sul social Facebook. Lo zio della ragazzina non è riuscito a trattenere la rabbia nel sapere che frequentasse un uomo così grande, e che si trattasse proprio del suo amico.

La vittima è stata condotta in paese con un finto appuntamento preso con l’aggressore, e condotto subito dopo in un casolare in campagna. Qui si è consumata la violenza da parte dello zio della minorenne, che ha iniziato a picchiare l’amico usando una spranga di ferro che ha ferito gravemente la vittima. Sfogata la sua rabbia, ha lasciato l’uomo disteso in un lago di sangue presso il casolare, e si è diretto dal suo legale con cui ha raggiunto la polizia dove si è costituito raccontando quanto accaduto nei minimi dettagli.

L’uomo picchiato è riuscito ad alzarsi e a dirigersi in strada dov’è stata soccorso da alcuni passanti, che lo hanno portato in ospedale. Qui la vittima è riuscita a denunciare il suo aggressore per lesioni gravissime.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marta Lorenzon

Marta Lorenzon - Nonostante possa essere comprensibile la rabbia o la delusione nel scoprire che un tuo amico si frequenti con la nipote di età così giovane, non è mai concessa una violenza di tale portata. Essendo la ragazzina minorenne, poteva agire fin da subito in modo legale denunciando l'amico, se era questo a preoccupare l'uomo. Se è solo questione di gelosia e possessione, è meglio neanche commentare il gesto.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!