Iscriviti

Bergamo. Senza chiavi di casa, s’arrampica sul balcone, cade e muore

Un 24enne, nel bergamasco, avendo dimenticato le chiavi di casa, ha cercato di entrare da una finestra ma, arrampicandosi, è scivolato e - sbattendo a terra - è morto.

Cronaca
Pubblicato il 25 febbraio 2018, alle ore 13:01

Mi piace
9
0
Bergamo. Senza chiavi di casa, s’arrampica sul balcone, cade e muore

Può accadere a tutti di dimenticare le chiavi di casa e di dover cercare una soluzione per non disturbare chi, in casa, sta riposando, vista l’ora. Per questo giovane, però, la soluzione alternativa al “non disturbare” è stata fatale. Ad averlo saputo prima!

Un giovane di 24 anni, dopo una serata trascorsa con gli amici, al rientro pare si sia accorto di aver dimenticato di portare con sé le chiavi di casa. Per questo motivo, il giovane si sarebbe arrampicato sul balcone per cercare di entrare dalla portafinestra del terrazzo. Purtroppo però l’idea è stata fatale: il 24enne ha perso l’equilibrio e, non avendo punti d’appoggio, è caduto, morendo sul colpo.

Il giovane si chiama Lee Roy James Baptiste, la sua famiglia è originaria dell’arcipelago di Seychelles, formato da 115 isole nell’oceano Indiano, al largo dell’Africa orientale. La vittima è nata a Napoli, faceva il disc jockey, aveva come genere musicale preferito il reggae, originario della Giamaica. Viveva a Mornico con la mamm: per l’attività di dj svolta in passato, era conosciuto da tutti in paese.

A trovarlo senza vita, ieri mattina all’alba, davanti alla palazzina in via Cavour, a Mornico al Serio (Bergamo) è stata una vicina di casa che poco prima delle sette stava uscendo per recarsi al lavoro. Visto il giovane a terra, immobile, ha dato subito l’allarme. Sono giunte velocemente sul posto un’ambulanza e un’automedica del 118, ma per il giovane non c’è stato nulla da fare.

La caduta pare risalga a notte fonda, tra venerdì 23 e sabato 24 febbraio: secondo alcuni potrebbe essere accaduto alle tre del mattino.  Ora, il corpo del giovane ventiquattrenne è a disposizione della magistratura bergamasca, che per chiarire tutte le circostanze della morte potrebbe disporre l’autopsia. Secondo i carabinieri intervenuti sul posto, non ci sono dubbi sulla dinamica dei fatti.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marilena Carraro

Marilena Carraro - Immagino complici della disgrazia il buio e la stanchezza, perché un giovane di 24 anni sicuramente è agile e sicuro. Può essere che a questi complici si aggiungano il sonno profondo della madre, il freddo insopportabile...non so cosa avrei fatto io al suo posto. Forse avrei chiamato gli amici per avere un almeno un divano in casa loro...ma è facile trovare una soluzione diversa al balcone, ora.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!