Iscriviti

Barista rifiuta la pensione per 16 anni. Ci ripensa: “Mi spetta e la voglio”

Intervistato a Stasera Italia, su Rete 4, un barista della provincia di Lecce spiega perchè ha rinunciato per anni alla sua pensione e perchè adesso ci ha ripensato.

Cronaca
Pubblicato il 8 ottobre 2018, alle ore 07:41

Mi piace
2
0
Barista rifiuta la pensione per 16 anni. Ci ripensa: “Mi spetta e la voglio”

Emilio, un barista della provincia di Lecco, ha raccontato la sua storia e la sua richiesta ai microfoni di Stasera Italia, su Rete 4.

Per 16 anni ha rinunciato a fare domanda per la pensione ma ora, con i suoi 76 anni, ha cambiato idea e spiega le motivazioni mentre si trova proprio nel suo bar.

La storia di Emilio: le sue considerazioni e richieste

Emilio ha lavorato sin da piccolo in vari settori sempre con tanta passione; ha fatto il macellaio, il rappresentante e tanti altri lavori fino a lavorare dietro il bancone del bar.  

Da 20 anni, questo barista della zona di Lecco, ogni giorno apre il suo bar e serve al bancone i suoi clienti.
Quando anche per lui era arrivato il momento di fare richiesta per la pensione, l’uomo ha deciso di rinunciarci perché non lo riteneva corretto nei confronti degli altri italiani costretti a lavorare per molto più tempo per raggiungere la soglia di età necessaria. Si sentiva in colpa per aver versato meno contributi rispetto agli altri italiani. Intervistato spiega all’inviata dalla redazione: “Ho pagato troppo poco di contributi e quindi mi sembrava ingiusto nei confronti degli altri”. Poi aggiunge sconfortato e amareggiato: “Ci avevo rinunciato perché gli altri pagano i contributi per 40 anni, io solo per 20. Ma adesso ci ho ripensato: mi spetta e la voglio”. 

Per 16 anni ha dunque rifiutato la pensione senza alcun problema; poi, a fronte delle notizie sulle richieste dei parlamentari che non intendono rinunciare ai loro vitalizi e hanno fatto ricorso ha cambiato idea. Inoltre, critica il fatto che moltissimi italiani sono costretti a vivere con poco e non possono fare altrimenti. La sua dichiarazione è molto diretta: “Vedo che nessuno rinuncia ai vitalizi e allora perché io dovrei rinunciarci?”. Poi aggiunge: “Non vado neanche più a votare, mi sono stancato”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giovanna Barone

Giovanna Barone - Ognuno è libero di fare le sue scelte, consapevole degli effetti che da queste derivano. Di sicuro il pensiero e le azioni del barista fanno riflettere. Mi chiedo, ora che presenterà la domanda, se il suo rifiuto di allora avrà conseguenze sulla sua pensione con le nuove leggi e regolamentazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!