Iscriviti

Aggrediscono un anziano e postano il video sul web, identificati 5 minori

Dalle immagini, ha chiarito la questura, si rileva che il gruppo di adolescenti, dopo aver visto l'anziano, che è claudicante e cammina con l'aiuto di un bastone, dirigersi verso di loro, ne pianificano "l'aggressione tra risa e schiamazzi"

Cronaca
Pubblicato il 21 febbraio 2018, alle ore 16:02

Mi piace
1
0
Aggrediscono un anziano e postano il video sul web, identificati 5 minori

Sono stati subito identificati dalla squadra mobile di Pistoia i cinque ragazzi minorenni ritenuti i presunti responsabili dell’aggressione a un anziano che ha avuto luogo a Casalguidi, nel comune di Serravalle Pistoiese, e documentata con un video girato da uno degli aggressori e successivamente pubblicato sui social.

L’episodio risale allo scorso 16 febbraio ma è emerso soltanto ieri, dopo la diffusione delle immagini sul web che sono state tempestivamente rimosse. Uno dei ragazzini individuati ha addirittura meno di 14 anni – e pertanto non è imputabile -, gli altri hanno tutti tra i 16 e i 14 anni. La vicenda è ora al vaglio della procura dei minori di Firenze.

5 minori aggrediscono un anziano e postano il video sul web

All’identificazione dei minori, a cui la polizia contesta il tentato furto con strappo, la squadra mobile è arrivata solamente nella tarda serata di ieri, dopo essere venuta a conoscenza del video, pubblicato su Facebook. 

Dalle immagini, riferisce la questura, si evidenzia che il gruppo di adolescenti, dopo aver avvistato l’anziano, che è claudicante e cammina con l’aiuto di un bastone, dirigersi verso di loro, ne preparano nei dettagli “l’aggressione tra risa e schiamazzi”. In particolare uno dei 5 ragazzi gli va incontro e poi gli strappa di mano il bastone, facendolo così cadere in terra.

Ai cinque minorenni indagati la polizia è risalita anche consultando persone che avevano partecipato alle chat sulla rete dopo la diffusione del video. La squadra mobile ha sequestrato i telefoni cellulari in uso a tre dei minori indagati e alcuni capi di abbigliamento.

Come accennato, sebbene l’episodio si sia verificato 5 giorni fa, è stato scoperto solo nella serata di ieri quando il video è stato pubblicato su Facebook e segnalato prontamente alle forze dell’ordine, le quali sono subito intervenute. Il video è stato immediatamente rimosso. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luca Santini

Luca Santini - Questo episodio mostra la pericolosità di alcuni baby gang presenti sul nostro territorio nazionale. Si tratta di un fenomeno molto recente e decisamente preoccupante. Si tratta in fin dei conti di ragazzi estremamente giovani che per puro divertimento mettono in pericolo la vita di soggetti sensibili come anziani o persone con disabilità. Occorre cercare di prevenire e reprimere con rigorosità questo tipo di azioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!