Iscriviti

Pirati dei Caraibi, Johnny Depp non sarà più Jack Sparrow

È arrivata la conferma che i tanti estimatori del celebre personaggio interpretato dall'attore statunitense temevano: Johnny Depp non si calerà più nel suo ruolo più famoso, quello del protagonista della saga dei "Pirati dei Caraibi".

Cinema
Pubblicato il 27 ottobre 2018, alle ore 15:52

Mi piace
7
0
Pirati dei Caraibi, Johnny Depp non sarà più Jack Sparrow

Le voci di corridoio e i vari rumors si rincorrevano da tempo, ma ora la notizia è stata confermata: Johnny Depp, che ha interpretato l’eccentrico personaggio di Jack Sparrow nei cinque film della saga tra il 2003 e il 2017, è stato escluso dal franchise targato Disney dei “Pirati dei Caraibi“. La saga ha accumulato incassi al botteghino che superano i 4,5 miliardi di dollari, diventando così il dodicesimo più grande franchise di tutti i tempi. A rivelare l’estromissione della star 55enne è stato lo sceneggiatore Stuart Beattie, in un’intervista al “Daily Mail“, parlando del reboot che Disney ha intenzione di lanciare. 

“Johnny ha compiuto un’impresa grandiosa, ha fatto suo il personaggio rendendolo la sua maschera più celebre. Jack Sparrow sarà per sempre la sua eredità, è l’unico personaggio che ha interpretato cinque volte, è il costume che indossa quando va a far visita ai bambini in ospedale, è ciò per cui sarà ricordato. I bambini di tutto il mondo lo amano, credo che per lui sia bellissimo. Prima di Jack Sparrow, Depp era considerato un interprete bizzarro e indipendente che faceva piccoli film con Tim Burton, ma non era ancora una star e molti pensarono che noi fossimo pazzi a ingaggiare un attore indipendente per il nostro franchise milionario. È un miracolo che abbia funzionato. È scattata una magia, una connessione tra noi e il pubblico e sono felice di aver fatto parte di tutto questo”, ha dichiarato lo sceneggiatore.

Dopo il successo della prima trilogia, però, gli ultimi due episodi della serie hanno deluso le aspettative al botteghino e i Disney Studios sarebbero pronti a un reboot della nota saga, per rilanciarne l’immaginario e riportarla ai fasti di un tempo. Secondo quanto riportato da “Deadline“, Disney sarebbe in trattative con gli sceneggiatori Paul Wernick e Rhett Reese – che hanno scritto Zombieland e Deadpool – per la stesura di uno script che possa far ripartire “Pirati dei Caraibi” da zero. Questo comporterebbe dunque anche l’esclusione di Johnny Depp e, probabilmente, addirittura un’uscita definitiva dalle scene del personaggio di Jack Sparrow.

I motivi della decisione e i nuovi progetti di Johnny Depp

I motivi di questa decisione non sono chiari. Sembra che ultimamente le scelte di vita dell’attore americano abbiano lasciato perplessi molte persone, fan e non, e la Disney non è sicura di voler affiancare ancora questo nome ad un suo prodotto di successo. Depp è stato fortemente segnato dal turbolento divorzio con Amber Heard, la quale ha più volte sostenuto di essere stata vittima di violenza domestica da parte dell’ex marito e, nonostante sembri che successivamente la stessa Heard abbia smentito tutto, questo marchio si è impresso sulla persona e sulla carriera di Johnny Depp in modo indelebile.

L’attore si è aperto ai media raccontando quanto sia stato duro per lui affrontare il divorzio e gli ingenti problemi economici che lo affliggono ormai da tempo, in quanto pare abbia dilapidato buona parte del suo patrimonio. Lo stesso Depp ha infatti dichiarato, lo scorso giugno, al periodico “Rolling Stone“: “Sono caduto più in basso di quanto pensavo potesse accadere. Mio figlio ha saputo che suo padre ha perso tutti i suoi soldi dai compagni di scuola, e questo non è giusto“.

Si susseguono poi altri spiacevoli rumors a proposito della star, che riguarderebbero uno smodato consumo di alcolici, battibecchi e atteggiamenti violenti sui set, presunti maltrattamenti verso le guardie del corpo: i suoi due bodyguards l’avrebbero infatti trascinato in tribunale con l’accusa di stipendi non pagati e mansioni che non rientravano nel loro ruolo. C’è poi quell’aspetto dimagrito e sciupato dell’attore che ha allarmato i fans e che ha portato molti ad ipotizzare un consumo di droghe nell’ultimo periodo; il suo preoccupante aspetto, però, sembra sia dovuto all’interpretazione del ruolo di un malato di cancro in “Richard says goodbye“, film che prossimamente arriverà nelle sale.

La carriera dell’attore comunque non è legata esclusivamente al personaggio di Jack Sparrow; Depp è infatti impegnato, al momento, in diversi progetti: si è recentemente recato a Zurigo per presentare il suo nuovo film “Richard says goodbye”, per poi volare in Marocco per le riprese di “Waiting for the Barbarians”. È inoltre attualmente impegnato nella promozione del secondo capitolo di “Animali fantastici”, in arrivo nel mese di novembre e, nel prossimo futuro, si calerà nei panni del fotografo di guerra W. Eugene Smith nel film biografico “Minamata”. 

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Marcella Chimenti

Marcella Chimenti - Personalmente ritengo che certi personaggi, così come certi film, non si dovrebbero toccare. Credo che nessuno di noi sia disposto ad accettare la sostituzione di Johnny Depp come interprete di Jack Sparrow. Spero si decida piuttosto per l'abolizione completa e definitiva del personaggio, in modo da non commettere sacrilegio nel dare lo stesso nome ad un volto diverso.

Lascia un tuo commento
Commenti
Simona Bernini
Simona Bernini

28 ottobre 2018 - 07:55:39

Che strano vedere questa saga senza la sua punta di diamante.

0
Rispondi