Iscriviti
Milano

Serie A Tim, giornata 35: la scena è tutta per Inter-Juventus

Il derby d'Italia deciderà molto del cammino scudetto dei bianconeri e della lotta Champions dei nerazzurri: il Napoli gioca in casa della Fiorentina e spera nel sorpasso alla prima posizione.

Calcio
Pubblicato il 27 aprile 2018, alle ore 18:10

Mi piace
10
0
Serie A Tim, giornata 35: la scena è tutta per Inter-Juventus

La 35esima giornata di Serie A Tim parte sabato 28 aprile alle 18.00 con Roma-Chievo: delicata sfida per entrambe le compagini. I giallorossi devono smaltire la botta di Liverpool, ma sono anche determinati alla rimonta; possibile un ampio turnover, nonostante la Lupa si giochi la prossima Champions. Per il Chievo conquistare un punto nella equilibrata lotta per la salvezza che lo coinvolge sarebbe molto importante.

Alle 20.45 si disputa Inter-Juventus: il derby d’Italia vede i nerazzurri in casa, determinati più che mai a fare lo sgambetto agli eterni rivali bianconeri ed a prendersi tre punti d’oro per il quarto posto. La Juve non vive il miglior momento, ma è costretta a vincere, per impedire al Napoli di eseguire l’inatteso sorpasso nella gara di domenica. Sfida con il record di incasso e con tanto colore, sugli spalti e fuori: un’altra grande partita che rende il nostro campionato, in questo momento, il più invidiato d’Europa.

Alle 12.30 di domenica 29 aprile si gioca Crotone-Sassuolo: entrambe le squadre hanno vinto nell’ultima partita disputata e sono desiderose di conquistare la salvezza, con i crotonesi che devono vincere di nuovo, mentre ai neroverdi potrebbe bastare anche un pari per chiudere per tutto con la zona rossa.

Alle 15.00 si giocano cinque gare: la sfida tra Atalanta e Genoa ha i bergamaschi con il sesto posto valido per l’Europa League e con il desiderio di conservarlo con la vittoria, contro un Genoa salvo e senza più obiettivi di classifica. Il Benevento ospita l’Udinese: sfida col morale sotto i tacchi, le streghe sono già retrocesse, mentre le zebre friulane vengono da undici sconfitte e col cambio in panchina, con Igor Tudor che deve portare la sua squadra alla salvezza. Il Bologna gioca contro il Milan: gli emiliani sono salvi ma vogliono chiudere la stagione con un successo di prestigio; il Milan deve vincere e sperare in un passo falso dell’Atalanta per riprendersi la zona Europa League.

Hellas Verona-Spal è uno spareggio salvezza. entrambe, finisse il campionato oggi, sarebbero in B. I veronesi, vincendo, si avvicinerebbero ai biancoazzurri, che devono vincere per cercare di sorpassare il Crotone. La Sampdoria affronta il Cagliari: i blucerchiati hanno i soli tre punti a disposizione per credere all’impresa che li porterebbe in Europa, i sardi sono nelle scure acque della zona bassa ed anch’essi cercano il bottino pieno.

Alle 18.00 c’è Fiorentina-Napoli: è l’altra partita di spicco di giornata, dove i viola devono vincere per inseguire il sogno europeo. I partenopei hanno mire ancora più rosee, anzi, tricolori: in caso di mancata vittoria della Juventus, i giocatori di Sarri saprebbero che, da quel momento in poi, l’obiettivo dello scudetto è solo nelle loro mani, facendo tesoro della preziosa vittoria di domenica scorsa in casa della capolista.

Alle 20.45 si gioca Torino-Lazio: i granata sono quasi tagliati fuori dai giochi europei e cercano di salvare con onore una buona stagione, ma non certo come la sognavano i tifosi. Le aquile biancocelesti mirano all’Europa della Champions e solamente un successo potrà garantire loro una settimana di tranquillità.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Solo il nostro campionato, in questo momento, in Europa, è ancora aperto. Mentre Bayern Monaco, Manchester City, Paris Saint Germain e Barcellona hanno già vinto, o quasi, i loro tornei, la sfida tra Juventus e Napoli continua ad infiammare i cuori dei tifosi nostrani. Non solo questo: anche la battaglia per la Champions e per l'Europa League è apertissima e coinvolge un totale di sette squadre. E, se mancasse ancora qualcosa, c'è anche la lotta salvezza, con almeno sei compagini ancora in lotta per la permanenza in Serie A. Stavolta siamo noi italiani ad essere messi bene, e dobbiamo esserne orgogliosi.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!