Iscriviti

Serie A Tim: 37esima giornata, è il momento della verità

La Juventus, vincesse o pareggiasse a Roma, vincerebbe il settimo scudetto consecutivo anche per la matematica e senza osservare il risultato del Napoli, in trasferta contro la Sampdoria. Fondamentale per la zona Europa League è Atalanta-Milan.

Calcio
Pubblicato il 12 maggio 2018, alle ore 12:26

Mi piace
14
0
Serie A Tim: 37esima giornata, è il momento della verità

La 37esima giornata della Serie A Tim 2017-2018 si apre alle ore 18.00 di sabato 12 maggio con Benevento-Genoa: non c’è molto da spartire tra le due squadre, con i sanniti già retrocessi da tempo ed il Grifone già salvo da diverse giornate. Alle 20.45 si gioca Inter-Sassuolo: per i nerazzurri si preannuncia una gara semplice verso lo scontro diretto con la Lazio dell’ultima giornata, in quanto gli emiliani sono salvi dopo la scorsa giornata ed una stagione difficile.

Alle 15.00 di domenica 13 maggio 2018 si giocano cinque gare: Bologna-Chievo Verona è una sfida salvezza solo sulla carta, perché i felsinei sono ancora nella lotta salvezza solamente per la matematica, in quanto praticamente salvi, il contrario dei mussi volanti, che devono fare punti per scacciare la zona rossa. Il Crotone ospita la Lazio: gara fondamentale per entrambe le compagini, il Crotone è a un solo punto dalla zona retrocessione e necessita di vincere, anche perché all’ultima giornata dovrà giocare a Napoli; la Lazio cerca almeno di mantenere i due punti di distacco dall’Inter per avere due risultati su tre all’ultima giornata contro i nerazzurri.

Anche Fiorentina-Cagliari è decisiva: i viola sono a due punti dalla zona Europa League e vogliono agganciare l’Atalanta, mentre i sardi sono terzultimi e devono vincere per evitare una retrocessione che sarebbe clamorosa. L’Hellas Verona gioca contro l’Udinese: gli scaligeri sono in serie B, i bianconeri friulani invece rischiano tantissimo e, dopo 23 anni di fila in serie A, non vogliono chiudere nella maniera più ingloriosa.

Torino-Spal conta poco per i granata, sempre però intraprendenti, tantissimo per gli estensi, con due punti di vantaggio sulla zona rossa che, con una vittoria, varrebbero come una garanzia di salvezza. Alle 18.00 di domenica si gioca Atalanta-Milan: entrambe squadre vogliono l’Europa League ma anche evitare i preliminari di fine luglio, perciò le due squadre lombarde si daranno battaglia in uno scontro che nessuna delle due vorrebbe finisse in parità, anche perché all’ultima l’Atalanta andrà a Cagliari contro una squadra che darà tutto per i tre punti, mentre il Milan ospiterà la Fiorentina, rivale diretta per l’Europa League.

Alle 20.45 si chiuderà, con ogni probabilità, il discorso scudetto. Roma-Juventus dà due risultati su tre ai bianconeri per vincere il settimo scudetto di fila, contro i giallorossi che però vogliono evitare di giocarsi la prossima Champions League all’ultima giornata contro il Sassuolo. La Sampdoria ospita il Napoli: i doriani sono quasi fuori dall’Europa League ma, se vogliono sperare ancora, devono vincere. Il Napoli non ha praticamente più speranze di raggiungere lo scudetto, ma vuole chiudere in bellezza un campionato comunque straordinario.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La penultima giornata di questa stagione ha ancora molto da scrivere in maniera indelebile: il discorso scudetto è aperto solamente per la matematica più astrusa, quindi va considerato chiuso a favore della Juventus, ma tutto il resto è ancora aperto: Roma, Lazio e Inter si giocano tre punti decisivi per andare in Champions League, mentre in quattro si giocano gli ultimi due posti (uno con i preliminari di luglio) in Europa League. La zona retrocessione, poi, è aperta a qualunque scenario per la terzultima posizione che vale la serie B: impossibile prevedere oggi chi farà pessima compagnia ad Hellas Verona e Benevento. Tutto molto interessante.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!