Iscriviti

Serie A: l’Inter stecca il debutto in campionato, decide Berardi su rigore

L'Inter incappa nella prima sconfitta stagionale ancora una volta al Mapei Stadium. La prova dei nerazzurri è scadente, merito anche di uno strepitoso Sassuolo.

Calcio
Pubblicato il 20 agosto 2018, alle ore 13:18

Mi piace
5
0
Serie A: l’Inter stecca il debutto in campionato, decide Berardi su rigore

Resta a bocca asciutta Luciano Spalletti che vede la sua Inter sconfittà già alla prima di campionato. Il tecnico toscano deve fare a meno di Nainggolan e Skriniar, e allora metta Vecino e Brozovic in mediana a far filtro davanti alla difesa. Icardi supportato da Lautaro, PolitanoAsamoah. De Zerbi ha diversi volti nuovi, linea centrale con Ferrari e Magnani, in attacco debutta Boateng supportato da Berardi e Di Francesco.

Parte forte il Sassuolo che dopo 4 minuti di gioco ci prova con Bourabia. Berardi sembra imprendibile e costringe Miranda agli straordinari. I movimenti di Boateng, impiegato da falso nueve, liberano Berardi e Di Francesco, e proprio da un’imbucata di quest’ultimo che nasce l’azione da rigore. Dal dischetto va Berardi, Handanovic indovina l’angolo, la tocca, ma la palla si insacca in rete. E’ timida la reazione dell’Inter che ci prova velletariamente con Icardi.

Nella seconda frazione di gioco, Spalletti cambia le carte in tavola arretrando Asamoah e lanciando Perisic nella mischia. Il croato si fa subito vedere, ma è una reazione non supportata dai compagni. Il Sassuolo si affaccia sempre meno nella metà campo nerazzurra, e quando lo fa sfiora il raddoppio con il Boa. Tra i nerazzurri entra anche Keita, ma non cambia la musica fino al triplice fischio del direttore di gara.

Inizia nel peggiore dei modi il campionato dell’Inter i quali escono sconfitti dal Mapei Stadium per 1 a 0 per mano del solito Sassuolo. I nerazzurri, inguardabili nella prima frazione di gioco con il Sassuolo a far da padrone del campo, provano a ribaltare nel secondo tempo con gli ingressi di Perisic e Keita per Dalbert e Lautaro entrambi in una pessima serata, ma le idee sono poche e poco chiare. Alla fine della partita, si contano solo due vere occasioni.

Il Sassuolo, dal canto suo, conquista tre punti preziosi, ma soprattutto meritati. Gli emiliani iniziano il match nel migliore dei modi attaccando alto e con giocate rapide. Complice anche la giornata nera di Dalbert e un Berardi in splendida forma, dalla fascia sinistra i neroverdi impensieriscono continuamente l’Inter. Il finale della partita, come prevedibile, il Sassuolo cala fisicamente, ma riesce a contenere l’Inter con intelligenza senza rischiare quasi mai nulla.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ciro D'agostino

Ciro D'agostino - Non era il debutto che ci si aspettava dall'Inter dopo una pre season che faceva ben sperare. Sicuramente tra i nerazzurri si sente il ritardo fisico dei croati e quelli arrivati negli ultimi giorni di mercato, ma per una squadra che vuole ambire ad essere l'anti Juventus non deve e non può essere un alibi. Il Sassuolo di De Zerbi, invece, ha disputato una partita quasi perfetta e preparata nel migliore dei modi. Berardi ha dimostrato di essere in forma e di essere ritornato al top. Bene il Sassuolo. Tutto da rifare per l'Inter.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!