Iscriviti
Genova

Serie A: il Napoli crolla al Marassi con la Sampdoria

Prima sconfitta stagionale per il Napoli che esce battuto dallo Stadio Marassi per 3 a 0 contro la Sampdoria. Spettacolare la rete dell'ex Fabio Quagliarella.

Calcio
Pubblicato il 3 settembre 2018, alle ore 16:52

Mi piace
5
0
Serie A: il Napoli crolla al Marassi con la Sampdoria

Si aspettavano tutti la conferma del nuovo Napoli targato Ancelotti, invece gli azzurri crollano sotto i colpi di una Sampdoria perfetta sia tecnicamente sia tatticamente. Gli azzurri, che nelle due precedenti partite avevano rimontato esprimendo un ottimo calcio, barcollano in difesa e, almeno nel match di ieri, hanno mostrato alcuni problemi tattici. 

Parte benissimo la Sampdoria con un pressing alto e asfissiante. I doriani si muovono divinamente, riuscendo a chiudere anticipatamente tutte le linee di passaggio degli azzurri. I partenopei sembrano più lenti e macchinosi del solito, e subiscono l’avanzata dei padroni di casa. Nonostante la difesa e il pressing più alto, i meccanismi del Napoli non funzionano, soprattutto quando subisce il contropiede doriano con Saponara che libera Defrel che porta in vantaggio la Samp con un gran bel tiro da fuori area. 

Il Napoli prova a reagire con Milik che va anche in rete, ma l’arbitro fischia un fallo per carica al portiere. E’ solo una timida reazione perchè sono ancora i blucerchiati ad andare in gol: ennesimo svarione della difesa napoletana che permette a Quagliarella di girarsi e dare palla a Defrel che raddoppia, complice anche una deviazione del difensore ‘napoletano’ Albiol. Nel finale del primo tempo ci prova dalla distanza Insigne che approfitta di uno dei pochissimi errori della difesa doriana.

Nella seconda frazione di gioco, Ancelotti prova a cambiare le carte in tavola sostituendo Verdi ed Insigne con Ounas e Mertens e passando al 4-2-3-1; i nuovi entrati rendono la manovra degli azzurri più vivace, con il belga che ci prova almeno in due occasioni dalla distanza ma senza trovare lo specchio della porta. Il Napoli sfiora la rete con Ounas che crossa nel mezzo ed Andersen sfiora l’autorete. Il Napoli, però, cala nuovamente e la Sampdoria sembra averne ancora per lottare e proteggere il risultato acquisito.

I doriani sono tutt’altro che arrendevoli e alla mezz’ora del secondo tempo trovano la rete del 3 a 0 definitivo con un capolavoro dell’ex Fabio Quagliarella: l’attaccande blucerchiato colpisce di tacco al volo mettendo la palla sul secondo palo, trasformando in rete l’assist ricevuto dalla destra. Cala il sipario a Marassi con una Sampdoria quasi perfetta. Napoli che non esce ridimensionato, ma Ancelotti dovrà approfittare della pausa per rivedere diversi tatticismi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Ciro D'agostino

Ciro D'agostino - Quello visto ieri sera è la brutta copia del Napoli vista nel secondo tempo contro il Milan. Gli azzurri sono stati bravi a nascondere nelle scorse partite qualche difetto nella fase difensiva, ma contro la Sampdoria alcuni limiti sono stati evidenti. La pausa casca a pennello e Ancelotti potrà lavorare al meglio per rimediare. La Samp è stata a dir poco perfetta, movimenti rapidi e veloci, ampia copertura degli spazi con un pressing molto alto, complice anche la lentezza degli azzurri. Defrel sembra in grande spolvero e Quagliarella è come sempre il valore aggiunto a questa rosa.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!