Iscriviti

Mondiali 2018: l’Argentina batte la Nigeria e va agli ottavi

Al termine di una partita molto più combattuta del previsto l'Argentina è riuscita a raggiungere gli ottavi di finale grazie alle reti di Messi, che si è sbloccato, e del difensore del Manchester United Rojo.

Calcio
Pubblicato il 27 giugno 2018, alle ore 09:56

Mi piace
2
0
Mondiali 2018: l’Argentina batte la Nigeria e va agli ottavi

L’Argentina era costretta a vincere contro la Nigeria, sperando in un pareggio o in una sconfitta dell’Islanda contro la Croazia. La sfida è stata molto più difficile del previsto, dopo l’amara sconfitta proprio contro la Croazia per 3-0 si era manifestato il fantasma di una clamorosa eliminazione, nei giorni scorsi si è parlato tanto anche di un clamoroso ammutinamento nei confronti di Sampaoli, dicendo che il “nuovo allenatore” della Seleccion fosse Mascherano.

In campo si è visto proprio questo, un Mascherano a dettare legge in mezzo al campo, insieme a Banega, fatto fuori nelle prime due partite da Sampaoli, nell’intervallo si sono visti proprio Messi e Mascherano a dare consigli e a caricare la squadra in vista del secondo tempo.

Il cambiamento dell’Argentina si vede sin dalla formazione: la Seleccion si presenta con un 4-4-2, in porta Armani, portiere del River Plate, preferito a Caballero, protagonista in negativo delle prime due giornate, a destra Mercado, a sinistra Tagliafico, in mezzo Otamendi e Rojo; a centrocampo si vede molta fantasia, a destra Enzo Perez, a sinistra torna Di Maria, che contro la Croazia era stato fatto fuori da Sampaoli, in mezzo Mascherano e Banega, non considerato da Sampaoli nei match contro Islanda e Croazia; in attacco il bianconero Higuain e Messi.

Contro l’armata argentina, la Nigeria si presenta con un 3-5-2 difensivo, infatti alla Nazionale africana basta un pareggio per andare agli ottavi, in porta Uzoho, i tre centrali sono Balogun, Troost-Ekong e Omeruo; sulla destra Moses, autore del gol del momentaneo pareggio, a sinistra Idowu, in mezzo Etebo, Mikel e Ndidi; in attacco Musa e Ihenacho.

La gara si infiamma subito sia in campo che sugli spalti, con Maradona a fare da capo popolo, il più atteso però è Messi, chiamato a risollevare le sorti della Nazionale. Ed è al 15′ che Messi prende in mano l’Argentina e le fa vedere gli ottavi, raccogliendo un ottimo assist di Banega, che si è relevato un elemento fondamentale per poter vincere la partita, riesce ad agganciare con la coscia e di destro, il suo piede non preferito, riesce ad insaccare il portiere.

L’Argentina sembra aver trovato la serenità e va vicina al raddoppio, sempre con Messi, questa volta da punizione, ma il tiro viene sfiorato dal portiere e finisce sul palo; la Nigeria soffre ma riesce a mantenere lo svantaggio di un solo gol fino alla fine del primo tempo.

Nonostante la buona prima frazione, nel secondo tempo l’Argentina fa rivedere i suoi fantasmi, infatti basta aspettare fino al 50′ per vedere Mascherano trattenere in area Balogun, il turco Cakir indica subito il dischetto, l’italiano Orsato dal VAR conferma e dal dischetto si presenta l’esterno del Chelsea Moses che spiazza Armani e porta il risultato sull’1-1, con questo risultato, indipendentemente dal risultato di Islanda-Croazia, la Nigeria va agli ottavi.

Da questo momento in poi l’Argentina inizia ad attaccare a testa bassa, dopo un solo minuto dal pareggio Di Maria reclama un fallo in area di rigore, ma l’arbitro lo nega. Vengono fatte le sostituzioni dalla Seleccion, entrano Pavon, Meza e Aguero per Enzo Perez, Di Maria e Tagliafico. All’86’ il terzino Mercado si porta sul fondo e mette in mezzo, il suo cross raggiunge Marcos Rojo che insacca al volo.

Negli ultimi minuti la Nigeria prova in tutti i modi a raggiungere il pareggio, gli argentini passano sempre palla a Messi, che nei minuti di recupero si guadagna 5 falli e un cartellino giallo per aver perso troppo tempo. Dopo i 5 minuti di recupero il match finisce 2-1 per la Seleccion e, contando la sconfitta dell’Islanda per 2-1 contro la Croazia, Messi e compagni possono festeggiare il passaggio del turno, agli ottavi incontrerà la Francia, mentre la Croazia, che passa come prima, affronterà la Danimarca.

Ecco la situazione dei Gironi conclusi:

Gruppo A: Uruguay 9; Russia 6; Arabia Saudita 3; Egitto 0.

Gruppo B: Spagna* 5; Portogallo 5; Iran 4; Marocco 1.

Gruppo C: Francia 7; Danimarca 5; Perù 3; Australia 1.

Gruppo D: Croazia 9; Argentina 4; Nigeria 3; Islanda 1.

*grazie al Fair Play

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Al termine di una gara molto combattuta l'Argentina è riuscita a sconfiggere la Nigeria, adesso affronterà la Francia agli ottavi. Se l'Argentina giocherà come in queste partite sarà difficile solo immaginare di poter sconfiggere la Francia, ma nella storia ci sono tantissime Nazionali che dopo aver faticato ai gironi sono arrivati, quasi, fino in fondo. Spero per Messi che l'Argentina possa arrivare fino in fondo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!