Iscriviti

Milan-Donnarumma: un amore – forse – non ancora finito

Non è ancora finita l'intricata vicenda di calciomercato che vede come protagonista il giovane portiere Gianluigi Donnarumma ed il suo procuratore Mino Raiola contro il Milan.

Calcio
Pubblicato il 21 giugno 2017, alle ore 10:38

Mi piace
8
0
Milan-Donnarumma: un amore – forse – non ancora finito
Pubblicità

Sono passati circa quattro giorni dal mancato rinnovo di Gianluigi Donnarumma, portiere 18enne assistito da Mino Raiola, con il Milan, squadra del cuore del 18enne. Numerose indiscrezioni dicono che il giocatore abbia rifiutato un contratto da 5 milioni di euro a stagione dalla durata di 5 anni, contratto collegato ad un progetto della nuova società cinese che ruotava intorno a lui, progetto che lo vedeva futuro capitano e futura bandiera del Milan.

Proprio due giorni fa l’agente del giocatore Mino Raiola ha cercato di spiegare i motivi del mancato rinnovo di Donnarumma, dicendo che il rinnovo non è avvenuto non per motivi economici, ma perché il giocatore sarebbe stato minacciato dalla società, immediata la risposta dell’amministratore delegato del Milan, Marco Fassone, affermando che il giocatore non abbia mai subito nessun tipo di minacce da parte della società.

Entrambi però si sono trovati d’accordo sul fatto che in futuro ci potrebbe essere una nuova possibilità di discutere sul rinnovo del giocatore, ma che ancora è troppo presto, tenendo conto anche del rapporto, non proprio amichevole, che Mino Raiola ha instaurato con il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli, dicendo addirittura che “Io e Mirabelli siamo su due pianeti diversi”, affermando che le colpe sul mancato rinnovo del giocatore sono da attribuire principalmente al direttore sportivo rossonero, infatti Raiola afferma ancora una volta che il rinnovo di Donnarumma non è avvenuto per colpa di Mirabelli, “dei suoi toni minacciosi e dei suoi modi di fare inaccettabili”.

Nonostante ciò, è arrivata la notizia dello stand-by della trattativa che doveva portare in rossonero il portiere italiano Mattia Perin; si dice inoltre che nelle prossime 48/72 ore Donnarumma dovrà dare una risposta definitiva al Milan, in quanto si dice che il portiere non sia pienamente convinto della decisione di abbandonare il Milan.

Ovviamente questi sono rumors di calciomercato e non si sa quanto di vero ci sia in queste notizie, l’unica cosa certa è che questa sarà una storia di calciomercato che farà discutere molto gli appassionati di calcio, sperando che si possa trovare velocemente una conclusione a questa intricata storia di calciomercato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Rifiutare un contratto da 5 milioni annui per 5 anni dalla tua squadra del cuore sembra una follia, e leggerla così fa sembrare il giocatore attaccato solo al denaro, ma è sempre facile parlare dall'esterno, senza sapere esattamente cosa c'è dietro una decisione, e le parole di Mino Raiola hanno fatto capire che il giocatore non ha preso questa decisione per motivi economici, la vera risposta a questa vicenda la potrà dare soltanto Gianluigi Donnarumma, sperando che un giorno possa parlare, magari dopo gli Europei della Nazionale Under 21 che lo vedono impegnato in questi primi mesi estivi, ma fino ad allora possiamo soltanto basarci su alcuni rumors e cercare di trovare delle probabili soluzioni a questa vicenda, senza mai insultare né Donnarumma, né Raiola, ma dovremmo rispettarli per le scelte fatte, anche se ritenute sbagliate.

Lascia un tuo commento
Commenti
Pina Caruso
Pina Caruso

22 giugno 2017 - 11:49:48

I soldi non fanno la felicità, ma si bevono il cervello di chi li guadagna.

0
Rispondi