Iscriviti

Cristiano Ronaldo: il trionfo in Champions ed il fan misterioso

Dopo la vittoria del Real Madrid sull'Atletico per 4 a 1, Cristiano Ronaldo prima di lasciare il campo, abbraccia un fan misterioso. Storia di un'amicizia che ha segnato il destino del campione

Calcio
Pubblicato il 28 maggio 2014, alle ore 15:39

Mi piace
0
0
Cristiano Ronaldo: il trionfo in Champions ed il fan misterioso

La partita di Champions League disputata da Real Madrid contro Atletico, finita ai supplementari, vede la vittoria per 4 a 1 della prima. In realtà, la partita conta ben più di una vittoria. Il calcio, sport spesso contrassegnato da atti di violenza, fuori e dentro al campo, racconta questa volta una storia che ha per protagonista il vincitore del pallone d’oro di quest’anno Cristiano Ronaldo.

Un grande gesto di amicizia che si manifesta alla fine della competizione, appena fuori dal campo, quando Cristiano Ronaldo abbraccia calorosamente un fan misterioso che indossa la sua maglia. Dopo la partita, Ronaldo ha spiegato che quello era più di un fan. Si tratterebbe di Albert Fantrau, un suo vecchio amico, compagno di squadra di quando insieme giocavano nell’under 18 del campionato portoghese. I due si trovarono a giocare insieme anche la partita che avrebbe poi segnato il loro destino.

Quando l’allenatore dello Sporting Lisbona andò a vederli, disse “Chi segnerà più gol, verrà nella nostra squadra”. La partita fu vinta 3-0 con il primo gol di Cristiano Ronaldo e il secondo di Fantau con un colpo di testa. Il terzo gol sembrava ormai destinato a Fantau quando questo si trovò da solo davanti al portiere che prontamente dribblò. Non avrebbe dovuto far altro che poggiare la palla in rete, invece passò la palla al compagno Cristiano che così, fece la doppietta e segnò il suo ingresso in prima squadra. Lo stesso Cristiano Ronaldo rimase stupefatto dall’accaduto e chiese a Fantrau perché l’avesse fatto. “Perché sei più forte di me” gli risposte umilmente.

Senza dubbio Cristiano Ronaldo deve molto alle sue capacità calcistiche, ma allo stesso tempo non sembra aver dimenticato la generosità del suo compagno che l’ha avviato alla carriera. Fantrau, d’altra parte, non avendo ottenuto risultati, ha presto lasciato il mondo del calcio e ad oggi è disoccupato. Ha, però, una grande casa e vive più che dignitosamente grazie alla “riconoscenza” di Cristiano Ronaldo.

Non è la prima volta che il calciatore si contraddistingue per questi gesti di generosità. Cristiano Ronaldo si è, infatti, offerto di pagare un delicato intervento chirurgico al cervello ad un bambino di 10 mesi che soffre di displasia corticale, per una somma di 60.000 euro, che la famiglia del piccolo non sarebbe riuscita a racimolare.

Una storia, insomma, che racconta il lato del calcio che ci piace e che vorremmo sentire più spesso.

Video interessanti:
Commenti
Filippo Fassino
Filippo Fassino

19 ottobre 2015 - 08:11:11

mah

0
Rispondi