Iscriviti

Calciomercato: futuro in bilico per Cristiano Ronaldo al Real Madrid

Dopo la vittoria della 13° Champions League il campione portoghese ha sganciato una bomba nell'ambiente madrileno, il suo futuro ora è più che mai in bilico, specialmente dopo le sue parole di ieri.

Calcio
Pubblicato il 28 maggio 2018, alle ore 18:10

Mi piace
4
0
Calciomercato: futuro in bilico per Cristiano Ronaldo al Real Madrid

Il Real Madrid ha vinto la sua 13° Champions League nella finale ucraina a Kiev contro il Liverpool per 3-1, con una rete dell’attaccante madrileno Karim Benzema, pareggio di Sadio Mané, e poi doppietta dell’attaccante gallese Gareth Bale, subentrato al posto di Isco. Proprio l’attaccante gallese è stato il protagonista madrileno in campo, mentre dalla parte dei Reds del Liverpool va segnalata la prestazione da dimenticare del portiere Loris Karius; ma la sfortuna degli inglesi non è dimostrata solo dalla partita disastrosa del portiere, ma dall’infortunio dopo soli 30 minuti di Mohamed Salah, l’uomo più atteso che ha dovuto abbandonare il campo dopo uno scontro con Sergio Ramos.

Bale è stato l’eroe madrileno sul campo, ma a fine partita i riflettori si sono puntati ancora una volta su Cristiano Ronaldo che, nel post partita, ha detto una frase che ha fatto rabbrividire i tifosi del Real: “E’ stato bello giocare nel Real, nei prossimi giorni darò una risposta ai tifosi che mi hanno sostenuto per tutto questo tempo”. Con queste parole il fuoriclasse portoghese ha annunciato la possibile separazione dalla capitale spagnola dopo 9 anni, durante i quali ha vinto, tra le altre cose, 4 palloni d’oro e 4 Champions League in 5 anni.

Secondo il giornale spagnolo As, però, le parole del portoghese non starebbero a significare un reale interesse nell’abbandonare il Real, ma si starebbe cercando di convincere la dirigenza madrilena a dargli il tanto atteso aumento di stipendio, promesso più volte nel corso della stagione ma mai arrivato.

Infatti il primo incontro era avvenuto durante il Mondiale per Club ad Abu Dhabi tra Angel Sanchez, direttore generale del Real Madrid, e Jorge Mendes, procuratore di Cristiano Ronaldo; in quell’occasione, però, il rinnovo venne rifiutato dal calciatore poiché ritenuto una mancanza di rispetto per quello che il giocatore aveva fatto per il club. Il club madrileno infatti aveva offerto un aumento di 9 milioni, ma nel momento in cui sarebbero stati raggiunti determinati obiettivi, individuali e collettivi, tra i quali la vittoria di altre Champions League.

Le acque si erano ulteriormente movimentate quando Florentino Perez, presidente del Real, nel giorno in cui Cristiano Ronaldo aveva vinto il suo 5° Pallone d’Oro in carriera, aveva elogiato il giocatore brasiliano Neymar, ex Barcellona passato nell’estate scorsa per 222 milioni di euro a Paris Saint-Germain e accostato più volte al Real. Tuttavia sembrava essere venuta la calma quando ad Aprile il Presidente del Real aveva promesso un sostanzioso aumento di contratto al calciatore. Per questo motivo, le parole dell’asso portoghese erano del tutto inaspettate; nei prossimi giorni si saprà meglio il futuro del calciatore portoghese.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Giuseppe Pio Madeo

Giuseppe Pio Madeo - Dopo 9 anni sembra essere arrivata la fine della storia d'amore tra Cristiano Ronaldo e il Real Madrid, un addio inaspettato e insperato per tutti i tifosi del Real, che fino alla fine spereranno in un ripensamento del portoghese. Per Cristiano Ronaldo probabilmente è la scelta migliore per provare a misurarsi in un altro campionato, o per tornare a "casa", cioè al Manchester United che più volte ha manifestato l'interesse di farlo tornare e anche Cristiano ha sempre manifestato profondo rispetto e amore verso lo United, dove potrebbe ritrovare Jose Mourinho, suo allenatore nei primi anni del Real.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!