Iscriviti

Cagliari-Torino 0-0: strepitoso Cragno

Finisce 0 a 0 il posticipo della Serie A tra Cagliari e Torino. Poche emozioni nel primo tempo, ripresa più viva, merito soprattutto dei granata vicini alla rete ma fermati da un Cragno superstar.

Calcio
Pubblicato il 27 novembre 2018, alle ore 16:02

Mi piace
8
0
Cagliari-Torino 0-0: strepitoso Cragno

Si è conclusa con un pareggio la partita tra Cagliari e Torino che si è svolta sotto la pioggia e il forte vento che ha colpito la Sardegna Arena.

Non è stata una partita con particolari colpi di scena ma non è passata inosservata la capacità di Cragno di difendere la porta.

Il primo tempo

Senza Padoin e Faragò infortunati, oltre a Castro che si è rotto il crociato a stagione ormai conclusa, il Cagliari ha cercato, comunque, di creare gioco e occasioni nel primo tempo, affidandosi al “Pavoloso” e a Joao Pedro, vicino al rinnovo con il club isolano.  Il Toro, però, anche senza la sua guida tecnica del mister toscano Walter Mazzarri, a riposo a causa di un malore avuto 48 ore fa, e con Frustalupi in panchina, ha retto bene, soffrendo poco o nulla.

La chance più importante,  per il Cagliari, abbastanza fortunosa, arriva proprio in chiusura di frazione: Barella, con un tiro-cross, deviato da Djidji, mette in difficoltà Sirigu che si allunga e manda sul fondo. 

Il secondo tempo

Nel secondo tempo, invece, il Toro si dimostta più intraprendente e pericoloso in zona sarda. A suonare la carica è il “Gallo” Belotti, fermato da Cragno, protagonista assoluto nella ripresa. Maran perde Pavoletti per un problema al flessore e si affida a Zaza, ma la musica non cambia e le occasioni latitano.

Sono sempre i granata, infatti, a fare la gara nei secondi 45 minuti. Nel finale grande chance ancora per i ragazzi di Mazzarri con Belotti, ma Cragno, davvero in serata di grazia, respinge la minaccia con efficacia. Inevitabile, quindi, lo 0 a 0, con le due squadre che si spartiscono la posta in palio.

Il Tabellino del match

CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno; Srna, Ceppitelli, Romagna, Lykogiannis; Dessena, Cigarini (dall’85’ Bradaric), Barella; Ionita; Joao Pedro (dal 79’ Sau), Pavoletti (dal 62’ Cerri). A disp. Aresti, Rafael, Andreolli, Klavan, Pajac, Pisacane, Farias. All. Maran.

TORINO (3-4-1-2): Sirigu; Izzo, Nkoulou, Djidji; De Silvestri, Meité, Baselli (dal 76’ Lukic), Soriano (dal 69’ Zaza), Ansaldi (dal 74’ Parigini); Iago Falque, Belotti. A disp. Ichazo, Rosati, Evangelista, Damascan, Edera, Berenguer, Moretti, Bremer. All. Frustalupi.

ARBITRO: Pasqua di Tivoli.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Riccardo Troiani

Riccardo Troiani - Un pari tutto sommato giusto, anche se la ripresa granata e le occasioni avute meritavano miglior sorte. I granata hanno cercato con più insistenza, ma vanamente, di cogliere un successo da dedicare a Mazzarri, per i problemi di salute avuti. Palma di migliore in campo che va sicuramente al portiere sardo Cragno, autore di due belle parate salva risultato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!