Iscriviti

NBA, verso la stagione 2018-2019. Sacramento Kings: ingaggi e trade confusi, altre delusioni in vista

I Sacramento Kings sono la squadra in NBA che manca da più tempo l'obiettivo playoff. Con la rosa attuale e con gli acquisti eseguiti fino ad ora, è difficile concretizzare l'obiettivo stagionale.

Basket
Pubblicato il 29 agosto 2018, alle ore 11:29

Mi piace
10
0
NBA, verso la stagione 2018-2019. Sacramento Kings: ingaggi e trade confusi, altre delusioni in vista

Da anni i Sacramento Kings le hanno provate tutte per risollevarsi: draft, cambi di allenatore, trade rischiose ed acquisti dalla free agency. Tante di queste decisioni si sono rivelate errate ed ecco spiegata la situazione attuale, quella della squadra che manca da più tempo l’obiettivo playoff e che anche in questo anno novello vede poche possibilità di mettere a segno l’obiettivo.

Il draft porta solo una scelta, ma molto preziosa, la seconda assoluta, il n.2 Marvin Bagley III (nella foto), centro proveniente da Duke: la dirigenza ha scelto di dare un’alternativa molto valida per dare un ricambio a Willie Cauley-Stein, il centro titolare, che rappresenta uno dei giocatori più validi di tutto il gruppo di Sacramento. Se l’apporto di Cauley-Stein e Bagley III sarà ottimo, la squadra è destinata a crescere.

La rosa ha a disposizione anche altri giocatori di valore, come il giovane playmaker De’Aaron Fox, che ha concluso un buon primo anno da rookie, come la guardia Buddy Hield, una sorta di jolly dalla panchina in grado di adattarsi ai ruoli di posto 1, 2 e 3, come l’esperto Zach Randolph, fisicamente sempre prestante ed ancora molto valido, l’altra ala grande Skal Labissiere e la guardia-ala piccola Bogdan Bogdanovic. La maggior parte del resto del roster, però, rischia di dare molto poco come apporto ai tabellini di fine partita.

In soccorso arrivano quattro acquisti che cercheranno di colmare le lacune dei viola della capitale californiana: Nemanja Bjelica ha compiuto cose discrete partendo dalla panchina ai Timberwolves, mentre Yogi Ferrell rappresenta una ulteriore alternativa al ruolo di playmaker e guardia in una rosa ricca di alternative, tutte di livello medio. Ritorna ai Kings, per dare ancora più scelte al coach, David Joerger, anche un’altra guardia, Ben McLemore, già in passato con la canotta viola, quindi dai Grizzlies giunge il giovane Deyonta Davis.

Sacramento, in uscita, vede andare agli Hawks il veterano Vince Carter. Raggiunge il team dei Grizzlies l’ala piccola Garrett Temple, dopo due anni in chiaroscuro tra i re californiani. Bruno Caboclo, poco più che una comparsa in California, ha firmato con i Rockets. In free agent rimangono due giocatori che difficilmente troveranno la via del rinnovo contrattuale: Jack Cooley e JaKarr Sampson.

Sottolineando tutti questi spostamenti, si può notare che il livello generale della squadra non sia mutato nel corso di questa estate. I Kings ed il loro coach Joerger hanno molto da fare per dare un gioco solido ad una rosa dall’età media giovane. L’obiettivo playoff può rimanere nel cassetto anche per questa stagione, pare inutile per i tifosi farsi troppe illusioni, sperando che almeno la squadra sia capace di stare più sul pezzo nelle singole partite ed in grado di catturare qualche vittoria in più rispetto al passato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Tifosi di Sacramento, penso che non vi siate lanciati in speranze vane nemmeno in quest'estate. Effettivamente il mercato dei Kings e la rosa attualmente a disposizione di coach Joerger lascia ben pochi spazi all'immaginazione: ci sono solamente sei-sette giocatori di livello medio o giovani che devono acquisire esperienza, quindi c'è poco da fare; i playoff saranno molto lontani anche nel 2019. Purtroppo i Kings pagano il tetto salariale colmato con ingaggi sbagliati e scambi ancora peggiori e nella NBA sono due dati di fatto che contano e non poco. La traiettoria di crescita è piatta, purtroppo nel basso livello; evitare l'ultimo posto nella conference ed anche quello assoluto può essere il vero obiettivo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!