Iscriviti

NBA All Star Game 2018: il Resto del Mondo dei giovani sconfigge gli USA

La prima sfida dell'All Star Game 2018 di Los Angeles ha messo di fronte gli USA ed il Resto del Mondo: vince nettamente quest'ultimo con una progressione del punteggio mirabolante.

Basket
Pubblicato il 17 febbraio 2018, alle ore 15:25

Mi piace
11
0
NBA All Star Game 2018: il Resto del Mondo dei giovani sconfigge gli USA

L‘All Star Game 2018 della NBA di Los Angeles si apre con la sfida delle giovani promesse tra gli Stati Uniti ed il Resto del Mondo: gli schieramenti mettono a confronto giocatori che tutti i club europei sognano letteralmente di avere (e che difficilmente avranno), mentre queste sono le stelle del futuro che si apprestano a diventare dei fuoriclasse. Si parte con il primo quarto con la progressione degli Stati Uniti che viene assorbita ben presto dai colpi di Bogdan Bogdanovic e dai suoi assist: il Mondo è avanti 40-32.

Nel secondo quarto ci provano Tatum e Brown a colmare il margine subito dagli USA, ma Hield è scatenato e Bogdanovic, nel finale, prima dell’intervallo, segna punti che iniziano a formare un vuoto tra le due contendenti: si va alla pausa lunga sul 78-59 per il Resto del Mondo.

Nel terzo periodo, invece che appianare la differenza tra le due squadre, si assiste al dominio ancora più stringente dei giovani del Resto del Mondo, i quali chiudono la gara ben prima del quarto finale: la differenza è incolmabile, con 118-88 le giovani promesse mondiali chiudono definitivamente la partita.

Nell‘ultimo quarto si divertono un poì tutti tra USA e Resto del Mondo: Hield, Brown, Tatum e Murray vanno con frequenza a canestro, anche con schiacciate ad effetto, il preludio della grande sfida del sabato. Così la gara termina per 155-124 a favore del Resto del Mondo e Bogdan Bogdanovic viene premiato come miglior giocatore della gara.

Per il Resto del Mondo, proprio Bogdan Bogdanovic mette a referto 26 punti, 6 assist e 4 rimbalzi, mentre Buddy Hield totalizza 29 punti, 3 rimbalzi e 3 assist. Per gli USA Jaylen Brown marca 35 punti e 10 rimbalzi, mentre Kyle Kuzma incentra 20 punti e 7 rimbalzi.

Le sfide del sabato sono quelle di abilità: ci sono tre gare molto spettacolari, partendo dalla sfida di abilità che prevede rapidità e dribbilng per andare a canestro, poi la gara dei tiratori da tre punti, infine la gara delle schiacciate, il top della spettacolarità della giornata centrale di ongi All Star Game.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - E' stata una sfida interessante quella che ha messo di fronte le giovani promesse del mondo e degli Stati Uniti: vincono il Resto del Mondo perché, in questa gara unica, hanno giocato più da squadra, mentre gli USA si sono affidati molto (e troppo) al talento di Brown per risollevare le sorti dell'incontro. Non mancano certo future leve alla NBA in grado di dominare nei prossimi anni, tra statunitensi e stranieri di classe ne vedremo sicuramente delle belle nelle prossime stagioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!