Iscriviti

NBA, 6 dicembre 2018: i Jazz superano i Rockets in crisi. Tutti i risultati

La vittoria degli Utah Jazz spinge la franchigia di Salt Lake City di nuovo nelle posizioni playoffs e manda in crisi i Rockets. I Celtics battono New York, facile vittoria di Portland su Phoenix.

Basket
Pubblicato il 7 dicembre 2018, alle ore 17:49

Mi piace
6
0
NBA, 6 dicembre 2018: i Jazz superano i Rockets in crisi. Tutti i risultati

Nella notte della NBA di giovedì 6 dicembre 2018 si sono disputate tre gare. 
Gli Utah Jazz sconfiggono gli Houston Rockets per 118-91: tutto troppo semplice per i Jazz, la squadra in rosso del Texas sta mettendo in scena una bruttissima copia del team che si è visto lo scorso anno, che ha raggiunto il primo posto assoluto nella regular season: Merito comunque anche dei Jazz, straripanti in attacco, che hanno sfruttato al meglio le debolezze degli avversari.

Per Utah nel tabellino c’è Derrick Favors che, dalla panchina, mette a referto 24 punti e 10 rimbalzi. Per Houston nessuno si distingue sugli altri, la squadra soffre di un gioco che non riesce a ritrovare, di fragilità caratteriali incredibili ed ormai troppo spesso cede alle prime difficoltà.

NBA, le altre partite della notte

I Boston Celtics soverchiano i New York Knicks per 128-100: per buona parte dell’incontro i Celtics conducono ma i newyorkesi tengono botta, cercando di ritornare in partita ed impedire la fuga degli avversari, fatto che avviene nel corso del quarto periodo, dove Boston si porta a casa la vittoria senza alcun problema.

I Celtics ottengono così la quarta vittoria consecutiva ed allontanano i fantasmi di un avvio di annata molto altalenante. Kyrie Irving segna per i Celtics 22 punti, 8 assist e 4 rimbalzi, mentre per New York c’è Tim Hardaway Jr. che totalizza per i suoi 22 punti, la classifica dei blu arancio piange sempre più con otto vinte e diciotto perse.

I Portland Trail Blazers stendono i Phoenix Suns per 108-86. Il vantaggio dei bianco rosso neri è sempre costante e vale circa 20 punti, non consentendo mai agli avversari di tentare una rimonta che, visto l’ultimo posto assoluto ed una formazione molto rimaneggiata, è apparsa sin da subito improbabile. Portland ritrova una vittoria che dà respiro alla propria classifica, che stava andando verso la sua metà.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - E' sempre più incomprensibile quello che sta accadendo dalle parti di Houston: la squadra texana ha perso tutta la verve dello scorso anno e si ritrova addirittura fuori dalla zona playoff, dopo che lo scorso anno ha raggiunto il primo posto assoluto in regular season. I problemi sono di difficile risoluzione pure per coach D'Antoni: i giocatori non sono cambiati di molto, i cardini del gioco sono gli stessi. Certo, mancano le ali della passata stagione, Ariza e Anderson, che erano ritenuti i meno talentuosi del quintetto base: che manchi il loro lavoro difensivo ed il loro apporto nel tiro da tre? Viene da pensarlo, visto che Harden, Paul e Capela ci sono, come nel 2017-2018, ma nulla inverte per ora la tendenza a perdere troppe partite.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!