Iscriviti

NBA, 3 aprile 2018: i Cavaliers sconfiggono Toronto, i Rockets affossano Washington

I Cleveland Cavaliers sconfiggono negli ultimi minuti di gara i Toronto Raptors e difendono la propria piazza al terzo posto ad Est, mentre gli Houston Rockets capoclassifica tornano alla vittoria contro i Washington Wizards.

Basket
Pubblicato il 4 aprile 2018, alle ore 10:37

Mi piace
12
1
NBA, 3 aprile 2018: i Cavaliers sconfiggono Toronto, i Rockets affossano Washington

Nella notte della NBA di martedì 3 aprile 2018 si sono giocate tredici partite. I Cleveland Cavaliers sconfiggono i Toronto Raptors per 112-106: buona partita da parte dei Cavs, terzi ad Est, che tengono un vantaggio di circa dodici punti per tutto il corso del secondo tempo, ma nei minuti finali i Raptors si avvicinano pericolosamente e Cleveland resiste all’ultimo assalto della capolista della Eastern Conference. Per i Cavs LeBron James realizza 27 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, nei Raptors DeMar DeRozan ottiene 19 punti, 7 assist e 3 rimbalzi.

Gli Houston Rockets tornano al successo sui Washington Wizards per 120-104 con una partita travolgente, dimenticando in fretta la sconfitta di San Antonio, avvicinandosi all’appuntamento con la postseason in maniera convincente. Per i Rockets James Harden mette a segno 38 punti, 10 rimbalzi e 9 assist, per Washington Bradley Beal firma 27 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

I Milwaukee Bucks ottengono la postseason dopo la vittoria sui Boston Celtics per 106-102: partita molto incerta, con vantaggi molto limitati nel corso di tutti i vari quarti, il finale decide la sfida con un contropiede di Middleton che va a schiacciare ed a fissare il punteggio, portando i Bucks ai playoffs. Per Milwaukee Giannis Antetokounmpo materializza 29 punti, 11 rimbalzi e 6 assist, per Boston, che fallisce il riavvicinamento al primo posto, Jaylen Brown combina 24 punti e 4 rimbalzi.

I Golden State Warriors vincono sul parquet degli Oklahoma City Thunder per 111-107, con un secondo tempo molto combattuto fra le due squadre e con un Durant, grande ex, che si rivela decisivo con la sua immensa vena realizzativa ed esplosività in attacco. Per i Warriors Kevin Durant intabella 34 punti, 10 rimbalzi e 4 assist, mentre nei Thunder Russell Westbrook irrompe con 44 punti, 16 rimbalzi e 6 assist.

I Los Angeles Clippers mantengono i nervi saldi e sconfiggono negli ultimi minuti i San Antonio Spurs per 113-110, lottando come leoni contro avversari sicuramente più forti e recuperando all’ultimo una vittoria che, se non ottenuta, li avrebbe sicuramente esclusi dalla postseason. Per i Clippers Tobias Harris è capace di 31 punti, 9 rimbalzi e 3 assist, per gli Spurs LaMarcus Aldridge acchiappa 35 punti e 9 rimbalzi.

I Denver Nuggets battono gli Indiana Pacers per 107-104 e con un ottimo finale di gara prendono una vittoria che vale oro per andare ai prossimi playoffs. Per Denver Nikola Jokic mette nel tabellino 30 punti, 7 assist e 6 rimbalzi, per Indiana Victor Oladipo somma 25 punti, 7 assist e 6 rimbalzi. I Dallas Mavericks strappano la vittoria ai Portland Tral Blazers per 115-109: gli ospiti, in caso di vittoria, avrebbero potuto festeggiare con anticipo il terzo posto ad Ovest. Così non è stato e Dennis Smith Jr. spicca per i Mavericks con 18 punti, 8 assist e 8 rimbalzi, mentre per Portland Damian Lillard registra 29 punti, 8 assist e 5 rimbalzi.

I Philadelphia 76ers domano con tranquillità i Brooklyn Nets per 121-95 e continuano a sognare il terzo piazzamento ad Est: per i Sixers JJ Redick si prende 19 punti, nei Nets Jahlil Okafor accumula 15 punti e 5 rimbalzi. I Utah Jazz sconfiggono i Los Angeles Lakers per 117-110 e continuano nella loro rimonta straordinaria, 26 vinte e 5 perse nelle ultime 31 partite. Per i Jazz Ricky Rubio vola con 31 punti, 8 assist e 6 rimbalzi, per i Lakers Kentavious Caldwell-Pope iscrive 28 punti e 5 rimbalzi. I Miami Heat battono per 101-98 gli Atlanta Hawks e vanno ai playoffs, con i 22 punti, 10 rimbalzi e 3 assist di Goran Dragic, mentre negli Hawks John Collins intasca 19 punti e 10 rimbalzi.

I Chicago Bulls battono i Charlotte Hornets per 120-114; gli Orlando Magic sconfiggono in trasferta i New York Knicks per 97-73. I Phoenix Suns la spuntano sui Sacramento Kings per 97-94.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le sfide di questa nottata hanno portato molti scontri diretti importantissimi per la definizione della classifica, come il successo dei Cavaliers che permette loro di conservare la terza posizione ad Est dopo la vittoria dei 76ers contro Brooklyn, che comunque può lasciare in equilibrio la disputa. Boston viene battuta da Milwaukee e non approfitta del ko dei Raptors per avvicinarsi al loro primo posto, mentre i Warriors vincono bene contro i Thunder, i quali ora vedono da vicino il rischio di uscire incredibilmente dalla postseason. Miami e Milwaukee, infine, conquistano i playoff. Le posizioni dal terzo all'ottavo ad Est e dal terzo al decimo ad Ovest sono ancora tutte da definire e questo renderà infuocati gli ultimi giorni di regular season.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!