Iscriviti

NBA, 27 febbraio 2017: vincono Atlanta, Golden State e Cleveland

Nella notte Atlanta espugna il parquet dei Boston Celtics e conquista una vittoria importante per entrare nel giro dei playoff. Vincono anche le due capoliste Golden State Warriors e Cleveland Cavaliers.

Basket
Pubblicato il 28 febbraio 2017, alle ore 11:00

Mi piace
9
0
NBA, 27 febbraio 2017: vincono Atlanta, Golden State e Cleveland
Pubblicità

Nella notte della NBA di lunedì 27 febbraio 2017 si sono disputate sette partite.

Gli Atlanta Hawks hanno giocato in casa dei Boston Celtics, in una sfida veramente equilibrata per buona parte dell’incontro, finchè Atlanta ha preso letteralmente il volo ed ha costruito un vantaggio che Boston non è più riuscito a rimontare, così la gara è finita con un perentorio 114 a 98 a favore degli Hawks.

Nel loro tabellino, gli Hawks puntano i fari su Dennis Schroder, autore di 21 punti, 5 assist e 4 rimbalzi mentre, per i Boston Celtics perdenti, Isaiah Thomas mette a referto 19 punti, 7 assist e 7 rimbalzi.

I Golden State Warriors trionfano in casa dei Philadelphia 76ers nel loro tour in trasferta, in una gara gestita con grande intelligenza dagli esperti Warriors contro i giovani padroni di casa, segnando un vantaggio medio che i 76ers non sono più riusciti a rimontare, nonostante la differenza di punteggio non fosse di grande entità.

Nel 119 a 108 a favore dei Warriors, Kevin Durant mette a segno 27 punti, 8 rimbalzi e 4 assist, Stephen Curry inanella una prova da 19 punti, 6 assist e 4 rimbalzi mentre, nei Philadelphia 76ers, Dario Saric mette a segno 21 punti, 7 rimbalzi e 7 assist.

I Cleveland Cavaliers hanno la meglio sui Milwaukee Bucks in una gara durissima, senza esclusioni di colpi e mai facile per i padroni di casa, favoriti su dei Bucks in crisi da ormai un mese a questa parte. Solo nel finale i Cavaliers hanno aumentato il loro vantaggio in modo da assicurarsi la vittoria, trionfando per 105 a 98, in una gara molto bella e dura da affrontare.

Nei Cavaliers Kyrie Irving mette a segno 25 punti, 9 assist e 4 rimbalzi, con LeBron James che mette a referto 24 punti, 10 rimbalzi e 6 assist, Nei Milwaukee Bucks spicca solo Malcolm Brogdon, che mette a segno nel tabellino 20 punti, 5 assist e 3 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - I Cleveland Cavaliers continuano a vincere, ma hanno sempre delle difficoltà a raggiungere le loro vittorie, difficoltà che i Golden State Warriors invece non hanno affatto nelle loro grandi partite e vittorie. Ad ascoltare questi segnali, sembrerebbe che i Warriors dovrebbero vincere facilmente la loro finale se questa si dovesse svolgere contro i Cavaliers, come gli ultimi due anni, ma in realtà non è stato così l'anno scorso. I Cavaliers, comunque, dovranno innalzare il loro livello di gioco se vogliono passare indenni il lungo cammino dei playoff verso la finale.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!