Iscriviti

NBA, 26 novembre 2018: Warriors ok anche contro i Magic. Tutte le partite

Vittoria numero quindici per i Golden State Warriors, che rimontano sugli Orlando Magic. Incontro spettacolare e fuori dagli schemi fra i Wizards ed i Rockets, con i primi vincitori.

Basket
Pubblicato il 27 novembre 2018, alle ore 12:21

Mi piace
7
0
NBA, 26 novembre 2018: Warriors ok anche contro i Magic. Tutte le partite

Nella notte della NBA di lunedì 26 novembre 2018 si sono giocate sette gare.
I Golden State Warriors regolano gli Orlando Magic con il punteggio di 116-110. Il vantaggio di 18 punti dei Magic è rimontato dalle triple di Klay Thompson e Kevin Durant, con quest’ultimo che mostra tutto il suo talento sconfinato con una prova da 49 punti, 9 assist e 6 rimbalzi. I Magic hanno assaporato per un po’ il successo in casa dei campioni in carica, successivamente sono calati di forma.

I Washington Wizards sconfiggono al supplementare i Houston Rockets per 135-131. Con le squadre in difficoltà, ma tutte all’attacco, l’incontro non conosce un attimo di sosta e si arriva al supplementare, dove Wall e Beal segnano i punti della vittoria, che permette ai Wizards di rimontare in classifica. Proprio John Wall centra 36 punti, 11 assist e 3 rimbalzi, ma per Houston James Harden tira fuori dal cilindro 54 punti, 13 assist e 8 rimbalzi.

NBA, gli altri risultati della notte

I Charlotte Hornets mettono all’angolo i Milwaukee Bucks per 110-107. La sfida si presenta come spettacolare e non delude le attese, con gli Hornets che arrivano ad un vantaggio enorme, ma nonostante ciò, faticano a gestirlo fino alla fine della partita. Gli Hornets sono a metà classifica, mentre i Bucks si allontanano dal primo posto della Eastern Conference.

Gli Indiana Pacers vincono sul campo dei Utah Jazz per 121-87. Vittoria semplice semplice di Indiana, soprattutto nel secondo tempo, con un dominio totale e tanti giocatori in doppia cifra. i Jazz continuano a soffrire e manca per ora quel piglio mostrato nella seconda parte della stagione scorsa e nella relativa postseason.

I Boston Celtics conquistano il terreno di gioco dei New Orleans Pelicans, vincendo per 124-107. Boston finalmente offre una prova convincente, da squadra che può lottare per il titolo, e mette alle corde un avversario di grande valore. Le vittorie dei verdi sono undici, ancora poche per una squadra di tali potenzialità, ma tutti sperano che il periodo buio sia alle spalle.

I San Antonio Spurs conquistano il punto sul campo dei Chicago Bulls per 108-107. Il finale è tutto punto a punto e gli Spurs si trovano in vantaggio con i Bulls con la possibile palla della vittoria. La strenua difesa degli speroni concede a Randy Arcidiacono solamente un tiro maldestro che si perde nel vuoto; i tori si stanno malinconicamente avvicinando all’ultimo posto in classifica.

I Minnesota Timberwolves si affermano fuori casa sui Cleveland Cavaliers per 102-95. Già interrotta la possibile serie dei successi dei Cavs, troncata da dei Wolves cinici e sempre in grado di gestire un vantaggio modesto. La classifica dei Timberwolves recita 10 vittorie e 11 sconfitte ed inizia ad apparire più rosea.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Che nell'ambiente dei Wizards stia cambiando qualcosa? Che la possibilità paventata di cedere tutti i giocatori e stravolgere la rosa abbia dato grinta e determinazione e, soprattutto, aver acceso l'orgoglio dei protagonisti dei maghi? Sicuramente, per battere i Rockets ed un Harden fenomenale, ci voleva una prestazione eccellente e questa c'è stata. Permangono problemi difensivi, ma questi potranno essere corretti piano piano nel corso della stagione. Dall'altra parte degli USA i Warriors vincono e, nonostante le tante assenze, sono sempre lì: sono gli altri a dover farsi trovare pronti, non la squadra di Oakland, per la lotta per l'anello.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!