Iscriviti

NBA, 23 marzo 2018: i Celtics rimontano e battono i Trail Blazers

I Boston Celtics vincono una gara tra le migliori squadre del torneo, contro i Trail Blazers, dopo una rimonta molto consistente. Gli Spurs vincono lo scontro playoff al supplementare sugli Utah Jazz.

Basket
Pubblicato il 24 marzo 2018, alle ore 20:30

Mi piace
10
0
NBA, 23 marzo 2018: i Celtics rimontano e battono i Trail Blazers

Nella notte della NBA di venerdì 23 marzo 2018 si sono giocate dieci gare. I Boston Celtics sconfiggono in trasferta i Portland Trail Blazers per 105-100: i verdi del Massachusetts recuperano dodici punti di svantaggio all’inizio del quarto periodo, poi c’è tanta battaglia ed alla fine c’è la prevalenza di Boston, che rimane secondo ad Est e Marcus Morris segna 30 punti. I Trail Blazers sono comunque terzi ad Ovest e Damian Lillard combina 26 punti, 8 assist e 3 rimbalzi.

I San Antonio Spurs vincono lo scontro diretto playoff contro i Utah Jazz per 124-120 dopo un tempo supplementare: San Antonio non riesce a gestire il vantaggio accumulato e deve accedere all’overtime per poter legittimare un successo meritato in una gara molto combattuta, contro degli avversari come i Jazz, tra i più in forma negli ultimi due mesi. Per San Antonio LaMarcus Aldridge comanda con 45 punti e 9 rimbalzi, nei Jazz Donovan Mitchell realizza 35 punti, 3 assist e 3 rimbalzi.

I Toronto Raptors battono i Brooklyn Nets per 116-112: per Toronto la sfida è stata complicatissima, contro degli avversari già eliminati dalla corsa playoff. Dopo una bella rimonta, nel quarto periodo i Raptors si portano a casa il successo che solidifica il primo posto nella Eastern Conference e Kyle Lowry affonda una tripla doppia da 25 punti, 12 assist e 10 rimbalzi, contro un D’Angelo Russell, che per i Nets ottiene anch’esso tre doppie cifre da 18 punti, 13 assist e 11 rimbalzi.

I Golden State Warriors vincono contro gli Atlanta Hawks per 106-94, le tante assenze per i campioni in carica non hanno intaccato la voglia di vincere; il successo vale il secondo posto ad Ovest, con Stephen Curry che centra 29 punti e 7 rimbalzi, mentre negli Hawks Taurean Prince sintetizza 20 punti e 4 rimbalzi.

Gli Oklahoma City Thunder sconfiggono i Miami Heat per 105-99: i Thunder devono affidarsi a Westbrook per strappare il successo a dei solidi Heat, abili in difesa tanto quanto nella fase offensiva; così nel finale di gara le stelle di Oklahoma City tengono in piedi la squadra e si avvicinano al terzo posto ad Ovest, con Russell Westbrook che si accaparra 29 punti, 13 rimbalzi e 8 assist. Per i Miami Heat Goran Dragic strappa 20 punti, 5 assist e 4 rimbalzi.

I Denver Nuggets vincono sul campo dei Washington Wizards per 108-100, tenendo le redini dell’incontro con una certa precarietà, con il possibile agguato dietro l’angolo dei Wizards, che però non arriva mai e il vantaggio esiguo di Denver regge, che si rilancia per un posto nei playoff, con Nikola Jokic che totalizza 25 punti, 8 rimbalzi e 5 assist. Per Washington Bradley Beal fa suoi 24 punti, 5 assist e 4 rimbalzi.

Gli Indiana Pacers conservano il quarto posto ad Ovest con il successo sui Los Angeles Clippers per 109-104, ottenuto in un finale emozionante, pieno di colpi di scena: Nei Pacers Bojan Bogdanovic si prende 28 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, nei Clippers Lou Williams incentra 27 punti, 10 assist e 4 rimbalzi. I Cleveland Cavaliers cancellano ciò che rimane dei Phoenix Suns con un 120-95 che non lascia margini di interpretazione, così per i cavalieri LeBron James cannibalizza 27 punti, 9 assist e 6 rimbalzi, nei soli Troy Daniels accumula 20 punti e 6 rimbalzi.

I Minnesota Timberwolves trionfano sul parquet dei New York Knicks per 108-104: negli Wolves Karl-Anthony Towns timbra 24 punti, 13 rimbalzi e 3 assist, per New York Tim Hardaway Jr. spicca con 39 punti e 3 assist. I Milwaukee Bucks ottengono la vittoria in trasferta contro i Chicago Bulls per 118-105: per i cervi Shabazz Muhammad realizza 21 punti, 5 rimbalzi e 3 assist, per i tori Denzel Valentine si appropria di 20 punti, 5 rimbalzi e 3 assist.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le partite della notte sono state tutte delle battaglie, a parte la facile vittoria dei Cavaliers contro i Suns ultimi, con dieci sconfitte di fila sulle spalle: la grande competitività del campionato di pallacanestro più bello del mondo emerge anche negli incontri dove le squadre già eliminate dalla prossima postseason, le quali ci mettono l'anima e molto di più per rendere un grande spettacolo ed incertezza in un cammino ancora fondamentale per le squadre che parteciperanno ai prossimi playoff. La regular season, perciò, è da seguire appieno fino all'ultima giornata di gare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!