Iscriviti

NBA, 23 febbraio 2018: i Bucks battono i Raptors, Rockets sempre primi

I Milwaukee Bucks vincono al supplementare contro i Toronto Raptors, conquistando un successo fondamentale, mentre Houston sconfigge Minnesota e mantiene il primo posto ad Ovest.

Basket
Pubblicato il 24 febbraio 2018, alle ore 18:12

Mi piace
9
0
NBA, 23 febbraio 2018: i Bucks battono i Raptors, Rockets sempre primi

Nella notte della NBA di venerdì 23 febbraio 2018 si sono giocate undici partite. I Milwaukee Bucks vincono in casa dei Toronto Raptors per 122-119 dopo un tempo supplementare: sfida equilibrata dal primo all’ultimo istante, con Toronto che conquista il supplementare con una schiacciata allo scadere della sirena e con i Bucks che sono ottimi a non scomporsi ed a trionfare. Per Milwaukee Giannis Antetokounmpo firma 26 punti, 12 rimbalzi e 6 assist, per Toronto DeMar DeRozan centra 33 punti, 8 rimbalzi e 4 assist.

Gli Houston Rockets sconfiggono i Minnesota Timberwolves per 120-102: dal secondo tempo il dominio dei Rockets è totale e la vittoria arriva con un largo vantaggio, frutto della grande forza dei capoclassifica; James Harden marchia 31 punti e 9 assist, nei Timberwolves Andrew Wiggins segna 21 punti e 4 rimbalzi.

I Boston Celtics irrompono in casa dei Detroit Pistons per 110-98: per i primi minuti Detroit è viva e gioca, poi c’è il rapido sopravvento dei Celtics che acquisiscono un vantaggio rassicurante e si riavvicinano ai Raptors per il primo posto ad Est. Per Boston Daniel Theis pratica 19 punti e 7 rimbalzi, nei Pistons Ish Smith conclude 20 punti e 6 assist.

I Cleveland Cavaliers conquistano il parquet dei Memphis Grizzlies per 112-89: vittoria convincente dei Cavs dopo la sconfitta di ieri, nel secondo tempo la gara si risolve piuttosto velocemente a favore degli ospiti, che hanno un LeBron James da 18 punti, 14 rimbalzi e 11 assist, per Memphis Tyreke Evans acchiappa 15 punti, 10 assist e 4 rimbalzi.

I Denver Nuggets vincono contro i San Antonio Spurs, ancora sconfitti per 122-119 e che iniziano a rischiare anche la partecipazione ai playoffs: terzi sì, ma a sole quattro sconfitte dal decimo posto. Per Denver Nikola Jokic fa tripla doppia con 28 punti, 11 rimbalzi e 11 assist, per San Antonio LaMarcus Aldridge assume 38 punti, 5 rimbalzi e 3 assist. I Portland Trail Blazers battono in trasferta gli Utah Jazz per 100-81: importante successo per due squadre in lotta per i playoffs; Utah chiude la striscia di undici vittorie consecutive, mentre Portland segnala un CJ McCollum da 26 punti e 3 rimbalzi; per i Jazz Donovan Mitchell raccoglie 21 punti e 3 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans sconfiggono i Miami Heat per 124-123 dopo un tempo supplementare: è stata la sfida più esaltante della serata, giunta fino all’overtime, con un grande dominatore, Anthony Davis che marca per New Orleans 45 punti e 17 rimbalzi; per Miami Goran Dragic somma 30 punti, 9 rimbalzi e 8 assist. I Charlotte Hornets vincono a Washington sui Wizards per 122-105 e ritornano a sperare per un posto in postseason: per Charlotte Kemba Walker denota 24 punti e 7 rimbalzi, nei Wizards Bradley Beal intasca 33 punti, 6 assist e 6 rimbalzi.

Gli Indiana Pacers vince contro gli Atlanta Hawks per 116-93: per i Pacers Domantas Sabonis è autore di 21 punti, 13 rimbalzi e 3 assist, negli Hawks Isaiah Taylor iscrive nel tabellino 17 punti e 6 assist. I Los Angeles Clippers vincono in casa dei Phoenix Suns per 128-117: Lou Williams assegna ai Clippers 35 punti, 4 assist e 3 rimbalzi, TJ Warren apporta ai Suns 27 punti e 8 rimbalzi. I Los Angeles Lakers battono i Dallas Mavericks per 124-102: nei Lakers Julius Randle spicca con 18 punti, 13 rimbalzi e 10 assist, per Dallas Harrison Barnes prende 19 punti e 7 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - La lotta per i playoffs a Ovest è sempre più esaltante: dal terzo posto degli Spurs al decimo dei Jazz ci sono solamente quattro vittorie di differenza, in mezzo ci sono Minnesota, Oklahoma City, Denver, Portland New Orleans e i Los Angeles Clippers. Difficile ora prevedere chi accompagnerà ad Ovest nella postseason Golden State e Houston, ma se dovessi scommettere su due squadre che rimarrebbero fuori, direi Denver e Utah: le situazioni in questo momento mutano per pochissimo ed è possibile che questo pronostico tra quarantacinque giorni sia completamente errato.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!