Iscriviti

NBA, 21 marzo 2018: LeBron trascina i Cavs al successo sui Raptors

Un LeBron James sempre più sensazionale, all'ennesima superlativa prestazione stagionale, trascina i Cleveland Cavaliers ad una vittoria importantissima contro i Toronto Raptors.

Basket
Pubblicato il 22 marzo 2018, alle ore 20:29

Mi piace
9
0
NBA, 21 marzo 2018: LeBron trascina i Cavs al successo sui Raptors

Nella notte della NBA di mercoledì 21 marzo 2018 si sono giocate otto partite. I Cleveland Cavaliers vincono alla grande contro i Toronto Raptors per 132-129: in questa gara di cartello i Raptors erano avanti di quindici punti, poi un LeBron spaventoso riporta in testa i Cavaliers con il sorpasso e la vittoria. E’ proprio LeBron James a guidare il tabellino dei Cavs con 35 punti, 17 assist e 7 rimbalzi, in risalita in classifica. Per Toronto Kyle Lowry si prende 24 punti, 7 assist e 4 rimbalzi.

I New Orleans Pelicans vincono lo scontro diretto per l’alta classifica delle due conference contro gli Indiana Pacers per 96-92: partita incerta e combattuta su ogni pallone, dall’inizio alla fine ed i Pelicans si portano a casa un successo che li porta nei pressi del quarto posto ad Ovest. Nei Pelicans Anthony Davis accumula 28 punti e 13 rimbalzi, per i Pacers Victor Oladipo firma 21 punti, 8 rimbalzi e 3 assist.

I San Antonio Spurs sconfiggono i Washington Wizards per 98-90: stesso discorso della partita tra Pelicans e Pacers, in ballo ci sono le posizioni playoff ad Est e ad Ovest. San Antonio regge all’urto del bel gioco dei Wizards e con ordine vince ed inizia a mettere in sequenza vittorie dopo un momento difficile. Per San Antonio LaMarcus Aldridge aggiunge 27 punti, 9 rimbalzi e 4 assist, per Washington Kelly Oubre Jr. somma 21 punti, 6 rimbalzi e 3 assist.

I Los Angeles Clippers battono in trasferta i Milwaukee Bucks per 127-120: qui ci sono in ballo posizioni precarie per la postseason, il successo spettacolare dei losangelini li riavvicina all’ottavo a posto a Ovest, mentre i Bucks acuiscono il loro periodo negativo. Per i Clippers DeAndre Jordan fissa 25 punti, 22 rimbalzi e 4 assist; per Milwaukee Khris Middleton acchiappa 23 punti, 6 rimbalzi e 4 assist.

I Miami Heat sconfiggono i New York Knicks per 119-98 ed avanzano verso la certezza di un posto nella prossima postseason con un dominio totale sugli avversari: per Miami Kelly Olynyk marca 22 punti, 10 assist e 5 rimbalzi, nei Knicks Enes Kanter segna 23 punti, 13 rimbalzi e 3 assist. I Philadelphia 76ers regolano tranquillamente i Memphis Grizzlies per 119-105 distruggendo totalmente degli avversari inermi: per Philadelphia Dario Saric mette in calce 15 punti e 3 rimbalzi, per Memphis Wayne Selden iscrive 18 punti e 4 assist.

I Denver Nuggets travolgono fuori casa i Chicago Bulls per 135-102: per Denver Paul Millsap centra 22 punti, 8 rimbalzi e 3 assist, nei Bulls Cristiano Felicio totalizza 16 punti e 5 rimbalzi. I Charlotte Hornets vincono sul parquet dei Brooklyn Nets per 111-105: Dwight Howard è da primato con 32 punti e 30 rimbalzi, per i Nets D’Angelo Russell incamera 19 punti, 5 assist e 4 rimbalzi.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - LeBron James, con la sua prestazione mostruosa, oscura tutte le altre gare della serata: per sconfiggere i primi della classe della Eastern Conference, i Raptors, c'è voluta la sua migliore versione e, in prossimità dei playoff, LeBron difficilmente tradisce. Il "prescelto" ha lanciato un chiaro segnale a tutti, soprattutto alle squadre ad Est: qui ci sono io e, finché ci sono io, sarà dura per voi arrivare in finale NBA. Visti i precedenti, il segnale è chiaro e molto serio e le compagini avversarie in postseason possono iniziare a tremare.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!