Iscriviti

NBA, 17 ottobre 2018: Pelicans devastanti a Houston, Raptors ok sui Cavaliers

I New Orleans Pelicans stravincono in trasferta in casa dei fortissimi Houston Rockets, servendo così la prima sorpresa stagionale. I Toronto Raptors hanno la meglio sui Clelveland Cavaliers.

Basket
Pubblicato il 18 ottobre 2018, alle ore 17:43

Mi piace
8
0
NBA, 17 ottobre 2018: Pelicans devastanti a Houston, Raptors ok sui Cavaliers

Nella notte della NBA di mercoledì 17 ottobre 2018 si sono disputate undici partite. I New Orleans Pelicans sbancano Houston ed i Rockets per 131-112 con una prestazione travolgente, mettendo in crisi il sistema difensivo di una delle squadre candidate al titolo.
Anthony Davis guida i Pelicans con 32 punti, 16 rimbalzi e 8 assist, Elfryd Payton mette insieme una prima doppia precisa con 10 punti, 10 assist e 10 rimbalzi; tutto da rivedere per il team di Harden, Paul, Anthony: qualcosa si è inceppato e la gara di stasera ha lanciato un pessimo segnale.

I Toronto Raptors strappano il successo ai Cleveland Cavaliers per 116-104 con un punteggio in crescita costante; con Leonard e senza DeRozan la squadra canadese ha funzionato molto bene, seppur contro dei buoni Cavs, ma senza LeBron James. Con i suoi 24 punti e 13 rimbalzi, Kawhi Leonard ha lasciato subito una grande impressione ai tifosi di casa. Il giudizio sui Cavaliers è invece rimandato alle prossime sfide.
I Milwaukee Bucks riescono a strappare la prima vittoria in casa dei Charlotte Hornets con una vittoria per 113-112, emozionante e punto a punto, per i verdi vincenti con un Giannis Antetokounmpo da 25 punti, 18 rimbalzi e 8 assist ed un Kemba Walker senza freni nei calabroni con 41 punti e 4 assist.

I San Antonio Spurs non hanno vita facile contro i Minnesota Timberwolves: i neri texani vincono per 112-108 con DeMar DeRozan puntuale nel servire un grande risultato con i suoi 28 punti, 4 assist e 4 rimbalzi; il caso Butler (sì o no tra i Timberwolves, prima quasi ceduto e poi tenuto) l’ha fatta da padrona anche in serata, ma Jimmy Butler ha risposto bene con 23 punti, 7 rimbalzi e 3 assist. I Denver Nuggets si prendono il punto in casa dei Los Angeles Clippers per 107-98: un grande finale di gara permette ai giocatori del colorado di mettere al tappeto Danilo Gallinari ed i velieri; l’ex squadra del “Gallo” ha la meglio sui suoi nuovi compagni, neanche troppo bene in attacco.

I risultati delle altre partite

Gli Indiana Pacers battono i Memphis Grizzlies, piegandoli per 111-83: la prospettiva per i gialli è quella di un’altra stagione in cui sorprendere, già fin dal primo incontro ufficiale invece emergono i numerosi problemi di Memphis, incapaci di reggersi solo su Gasol e Conley. Un’altra possibile grande sorpresa in grado di dominare, gli Utah Jazz, vincono in casa dei Sacramento Kings per 123-117: non facile la vittoria dei jazzisti sui giovani Kings, ma Donovan Mitchell ha segnato la strada per il successo dei compagni con i 24 punti messi a segno.

Gli Orlando Magic, grazie ad una bella gara del rookie Mo Bamba, sorprendono nel derby della Florida i Miami Heat per 104-101. Il finale di gara ha dato agli Heat la possibilità di pareggiare, ma un mezzo piede sulla riga di fondo di Richardson ha tolto questa possibilità a Miami. Bene I Phoenix Suns, che hanno domato i nuovi Dallas Mavericks per 121-100, ed il rookie prima scelta del Draft Deandre Ayton sfoggia subito le sue qualità e 18 punti, 10 rimbalzi e 6 assist.

I Detroit Pistons del nuovo coach Dwane Casey ottengono il successo piegando in tempo i Brooklyn Nets per 103-100, la gara è stata alla pari ma i Pistons hanno saputo chiudere le vie del pareggio ai neri newyorkesi. I New York Knicks sfondano per 126-107 degli Atlanta Hawks ancora tutti da amalgamare: buone prove dei due esordienti, Kevin Knox per i Knicks e Trae Young per gli Hawks.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - Le undici partite della notte hanno offerto tanti spunti ed annotazioni, soprattutto per i tanti rookies (esordienti) scesi sul parquet. Tra Deandre Ayton, Mo Bamba ed altri, abbiamo assistito a delle prove di buon livello tra i giocatori più osservati; la palma dei migliori della serata la ottengono senza dubbio i Pelicans, capaci di andare a vincere con largo margine in casa dei Rockets. Evidentemente i Pelicans hanno già trovato quegli equilibri sia in attacco che in difesa che i razzi texani non hanno mostrato, soprattutto in ripiegamento. Bellissimo, concludendo, lo spettacolo tra i Bucks e gli Hornets, fino all'ultimo secondo. E non dimenticate che stanotte esordisce LeBron James con i Lakers.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!