Iscriviti

NBA, 13 dicembre 2018: un Harden mostruoso regala la vittoria ai Rockets contro i Lakers. Tutte le partite

James Harden firma una tripla doppia da 50 punti realizzati e conduce i Rockets alla vittoria contro i Lakers. I San Antonio Spurs annullano i Los Angeles Clippers.

Basket
Pubblicato il 14 dicembre 2018, alle ore 14:29

Mi piace
13
0
NBA, 13 dicembre 2018: un Harden mostruoso regala la vittoria ai Rockets contro i Lakers. Tutte le partite

Nella notte della NBA di giovedì 13 dicembre 2018 si sono disputate quattro gare. 
Gli Houston Rockets mandano al tappeto i Los Angeles Lakers per 126-111: la costante in tutta la partita è il dominio totale di James Harden, che risulta incontenibile per i Lakers, troppo forte ed ispirato per essere bloccato. Così, a fine gara, il fenomeno di casa Rockets sigla una tripla doppia mostruosa da 50 punti, 11 assist e 10 rimbalzi, dando forza e morale a Houston per provare a risalire la classifica.

Nei Lakers LeBron James totalizza 29 punti, 5 rimbalzi e 4 assist: la loro prova è stata piuttosto incolore in fase difensiva, mentre ha brillato in attacco. La classifica dei giallo viola rimane molto positiva.

NBA, le altre partite della notte

I San Antonio Spurs distruggono i Los Angeles Clippers con il punteggio di 125-87. I Clippers rimangono in gioco per la vittoria fino alla sirena dell’intervallo, poi la loro prestazione decade verticalmente e San Antonio fa ciò che vuole sul campo. Gli Spurs hanno riportato la loro classifica in positivo, con 15 vittorie e 14 sconfitte, con LaMarcus Aldridge che segna 27 punti e 4 rimbalzi. Nella partita odierna si è probabilmente assistito alla versione peggiore stagionale dei velieri di Los Angeles.

Gli Orlando Magic vincono la partita di Città del Messico contro i Chicago Bulls per 97-91. Bene Orlando fino al terzo periodo, poi i magici non segnano piùà punti per i primi cinque minuti del quarto periodo, un’eternità, quindi si rifanno abbastanza per riuscire a spuntarla su dei Bulls in continua ricerca di identità. Orlando va a vincere continuando ad inseguire il sogno playoff.

I Phoenix Suns battono i Dallas Mavericks per 99-89. Per una volta, finalmente, i Suns esprimono un gioco convincente, soprattutto hanno il merito di difendere bene, pur sapendo che Dallas non ha interpretato la migliore delle gare possibili. I Suns fermano la loro emorragia di sconfitte consecutive, ma per il momento l’ultimo posto assoluto non viene cancellato.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Claudio Bosisio

Claudio Bosisio - James Harden, di per sé, potrebbe trascinare qualunque squadra a vittorie di prestigio. Il problema per il coach Mike D'Antoni è che il contorno che circonda il fenomeno barbuto non sempre risponde al meglio in questa annata piuttosto dimessa per i Rockets, vedi le altre superstar della squadra, come Chris Paul, Clint Capela ed Eric Gordon. Fatto salvo che la partenza delle ali Ariza ed Anderson (ora componenti fissi della panchina dei Suns ultimi in classifica) abbia tolto certezze, va detto che gli altri elementi della squadra non sono determinanti. Per riportare i Rockets a dominare, Harden dovrà infilare triple doppie da 50 punti tutte le volte?

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!