Iscriviti

Subaru Ascent, il suv nipponico si scopre extralarge e confortevole

Al salone dell'auto di Los Angeles, è stata di scena anche la nipponica Subaru che ha sfruttato il suo stand per presentare il nuovo Subaru Ascent, il suv più grande della casa, con tante dotazioni in tema comfort anche negli allestimenti base.

Auto
Pubblicato il 6 dicembre 2017, alle ore 17:31

Mi piace
8
0
Subaru Ascent, il suv nipponico si scopre extralarge e confortevole
Pubblicità

Al salone dell’auto di Los Angeles, la nipponica Subaru ha presentato l’erede della Tribeca, ovvero il Subaru Ascent, un suv di grandi dimensioni che, con le sue 3 file di sedili, è capace di ospitare fino ad 8 persone, rivelandosi molto adatto anche alle famiglie ed alle loro esigenze di trasporto bagagli. 

Sorto sulla base della piattaforma Subaru Global, contraddistinta da sezioni trasversali fissate l’una all’altra da giunti rigidi in modo da annullare le vibrazioni nelle percorrenze in rettilineo (in tandem il multistrato applicato su vetri anteriori e parabrezza), il Subaru Ascent porta avanti la cinquantennale tradizione dei motori a boxer (introdotta, per la prima volta, nel ’66) con un turbo propulsore a 4 cilindri da 2.4 litri capace di erogare, sulle 4 ruote della trazione integrale (Symmetrical All Wheel Drive), una potenza di 260 cavalli vapore e di 375 Newton metri: il tutto variando lo stile di guida tramite il cambio Lineatronic CVT, a trasmissione continua, con 8 marce. In considerazione dell’arrivo della propulsione plu-in ibrida nel 2018, debitamente affinata, non è da escludersi che – in futuro – si possa ecolocizzare anche la nuova gamma Subaru Ascent.

Grazie alla lunghezza dell’interasse, pari a 2,89 metri, ed a un volume di ben 4,34 metri cubi, Subaru Ascelt è la sport utility più grande della casa di Shibuya, con 3 file di sedili in grado di ospitare fino a 8 persone, a ognuna delle quali viene messa a disposizione una porta USB per la ricarica del device, operazione – quest’ultima – che può contare anche, nella parte inferiore della consolle centrale, su una presa da 120 volt.

Sempre in tema di comfort, va annoverata la presenza di 19 vani bottiglia, sparsi qui e là per l’abitacolo, e la possibilità di avvalersi della climatizzazione a 3 zone, con prese d’aria dedicate ad ogni fila di passeggeri. La luce per la lettura è sempre presente a favore della seconda fila ma, quando si opta per gli allestimenti Limited, Premium, e Touring, è possibile averla anche a beneficio di chi occupa la terza fila. Grande attenzione anche al guidatore che, di base, può sempre contare sulla regolazione per la lunghezza del cuscino del sedile, e sul supporto lombare: in più, con gli allestimenti Limited e Touring, può ottenere anche il volante riscaldato mentre, inserendo il pacchetto “All-Weather” nell’allestimento Premium, ottiene i sedili riscaldati, oltre che sulla prima, anche a beneficio della seconda fila. 

Sul versante sicurezza, infine, Subaru Ascent propone, di serie, la coppia di telecamere “EyeSight” che, ubicate nella parte alta del parabrezza, fornisce le informazioni di profondità necessarie a gestire i fari adattivi (a seconda di chi sopraggiunge), la frenata d’emergenza, ed il cruise control adattivo. A questi, negli allestimenti più esigenti, si abbinano ulteriori sistemi di guida assistita, sostanziati nell’allarme per il superamento di corsia, e in quello qualora vi sia un ostacolo nell’angolo cieco, o dei veicoli in avvicinamento nel corso delle manovre. Non manca, ovviamente, tanto hi-tech a disposizione dei nostri amati smartphone, qui supportati dall’infotainment touch da 6,5 (8 nelle versioni più “top”) pollici, con supporto ai protocolli Apple CarPlay/Android Auto, e hotspot Wi-Fi

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Della Subaru Ascent mi piace molto il fatto che sia spaziosa e che abbia tanto comfort anche negli allestimenti base: tuttavia, ma è un piccolo rilievo personale, è un vero peccato, (ancorché comprensibile, sia chiaro) che la maggior parte delle tecnologie di guida assistita sia presente solo negli allestimenti più costosi. Nel garantire una sicurezza completa, non bisognerebbe mai fare troppi calcoli, o lesinare troppe dotazioni.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!