Iscriviti

Sicurezza stradale, autostrade: entrano oggi in funzione i nuovi tutor

Con l’esodo estivo sono stati messi in funzione i nuovi tutor. Inizialmente terranno d’occhio 22 tratte autostradali, per poi estendersi più capillarmente sull’intera rete. Ecco come funziona il nuovo dispositivo di controllo della velocità media.

Auto
Pubblicato il 27 luglio 2018, alle ore 10:54

Mi piace
12
0
Sicurezza stradale, autostrade: entrano oggi in funzione i nuovi tutor

Con la sentenza dello scorso 10 aprile, i giudici della Corte di Appello di Roma hanno di fatto sancito la morte del tutor. La controversia legale tra Autostrade per l’Italia e la Craft aveva visto soccombere la prima, ritenuta colpevole di aver contraffatto il brevetto della più piccola società toscana di Greve del Chianti. Quest’ultima è stata non solo riconosciuta titolare del brevetto stesso, ma anche la parte lesa della vertenza.

Da qui tutti i tutor sono stati spenti, ma Autostrade per l’Italia ha immediatamente fatto presente che era in dirittura d’arrivo un nuovo dispositivo. Presentato al Viminale nel corso della conferenza stampa dedicata ai prossimi esodi estivi, il nuovo occhio elettronico si chiamerà Vergilius e sarà pressoché infallibile.

Avvalendosi della tecnologia PlateMatching e del sistema informativo SICVe-PM, il nuovo tutor sarà molto più efficiente di quello dismesso solo qualche mese fa. Innanzitutto non si limiterà a fotografare la sola targa, ma l’intero veicolo. Tutto ciò limiterà le eventuali contestazioni. Inoltre sarà anche più lesto e preciso ad individuare il numero di targa. Il precedente dispositivo aveva infatti dimostrato delle lacune nel caso di targhe sporche, usurate o di provenienza estera.

Non a caso gli esperti lo hanno definito un sistema implacabile. Rispetto al tutor che portava a cestinare il 4% delle infrazioni segnalate, con Vergilius l’efficienza è garantita in una percentuale superiore al 99%. Da qui non ci sarà scampo per tutti quegli automobilisti la cui velocità media tra i due punti di rilevazione sarà superiore ai limiti vigenti per quel tratto.

Per il suo debutto, il nuovo dispositivo di controllo della velocità non poteva scegliere momento migliore. Il traffico del vacanzieri è ormai alle porte: il bollino rosso è atteso già per questo weekend, mentre il bollino nero è previsto per le mattine di sabato 4 e 11 agosto.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - Il tutor ha permesso di ridurre del 70% il numero degli incidenti sulla nostra rete autostradale, che evidentemente non poteva a lungo rimanere orfana di un simile dispositivo. Da qui era necessario presentarne uno nuovo che in fin dei conti altro non è che un affinamento del precedente. Con l’approssimarsi dell’esodo di agosto, il nuovo occhio elettronico avrà modo di dimostrare tutte le sue capacità.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!