Iscriviti

In Italia aumentano le spese per la manutenzione delle auto

Aumenta l’età media delle auto circolanti nel nostro Paese e ciò comporta maggiori esborsi per le spese di manutenzione. Allo stesso tempo aumentano anche le tariffe praticate dalle officine.

Auto
Pubblicato il 19 maggio 2017, alle ore 23:33

Mi piace
16
0
In Italia aumentano le spese per la manutenzione delle auto
Pubblicità

Gli italiani sono diventati più attenti a tutto ciò che attiene la manutenzione delle proprie auto. È questa la conclusione che si può trarre analizzando le cifre raggiunte lo scorso anno dal settore. Nel complesso nel 2016 per mantenere in efficienza le proprie autovetture gli automobilisti italiani hanno speso circa 29,5 miliardi di euro. Rispetto al 2015 la variazione è stata del +3,9%.

A spiegare questo trend troviamo una concausa di fattori. In primo luogo il parco auto si è ingrandito. Lo scorso anno l’incremento delle auto circolanti rispetto al 2015 è stato dell’1,4%.

A fronte di più auto circolanti, con la crisi partita nel 2008 si comprano anche meno auto nuove. Ciò determina un aumento di quella che è l’età media delle auto presenti sulle strade del nostro Paese. E come logica conseguenza, auto più vecchie necessitano anche di maggiori interventi di manutenzione. Non è quindi un caso che lo scorso anno gli interventi eseguiti siano aumentati dell’1,3% rispetto all’anno precedente.

Se a tutto ciò aggiungiamo l’aumento dei prezzi delle parti di ricambio e accessori, oltre al contemporaneo incremento delle tariffe praticate per le manutenzioni e riparazioni – in entrambi i casi il rincaro è stato dell’1,1% – a quel punto il quadro generale risulta essere completo.

Per l’intero comparto dell’autoriparazione questi dati non possono che essere accolti positivamente, soprattutto se raffrontati con il 2012, anno chiuso con un tonfo del 10,5%. La contrazione ha continuato ad imperversare anche nel 2013 con un -1,1% per poi dare spazio ai primi segni di ripresa solo l’anno successivo. Ed è proprio dal 2014 che è scattata l’inversione di tendenza, con un trend al rialzo che al momento non ha dato segni di rallentamento.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Antonio Sorice

Antonio Sorice - In Italia già da diversi anni stiamo assistendo ad un progressivo invecchiamento del parco auto. Andare dal concessionario per acquistare un’auto nuova è un lusso che sempre meno persone possono permettersi. Con queste premesse l’unica soluzione possibile è tenersi stretta l’auto che già si possiede, avendo cura di sottoporla ai dovuti controlli e tagliandi di manutenzione.

Lascia un tuo commento
Commenti
Elena Palatini
Elena Palatini

28 maggio 2017 - 07:12:51

Infatti

0
Rispondi