Iscriviti

Ford Fiesta Active, la compatta cittadina si scopre più grintosa ed efficiente

L'americana Ford ha annunciato l'espansione della gamma Ford Fiesta, apprezzatissima anche in Italia, con la variante Active che prende il meglio da diversi mondi, riproponendolo all'insegna di sicurezza, efficienza, e grinta da vendere.

Auto
Pubblicato il 10 aprile 2018, alle ore 09:43

Mi piace
6
0
Ford Fiesta Active, la compatta cittadina si scopre più grintosa ed efficiente

Ford, la mitica casa dell’ovale blu, è tornata a cimentarsi nel segmento B con una compatta cittadina, la Ford Fiesta che, giunta alla settima generazione, può già vantare una variante raffinata e molto hi-tech (la Titanium), ed una diversamente sportiva (la ST-Line): la nuova arrivata, in forma di Ford Fiesta Active – traendo il meglio dal mondo dei suv e delle hatchback compatte – si avvia a bissare il successo di vendite del modello standard che, nel primo trimestre del 2018, è risultato essere il veicolo straniero più acquistato nel Bel Paese.

La nuova Ford Fiesta Active ha un aspetto più aggressivo, col frontale che propone una griglia esagonale particolarmente stilizzata e scolpita a cavallo dello spoiler basso che, scuro, contrasta con la personale finitura realizzata in alluminio. Sui lati, troviamo specchietti retrovisori con cover bicolore, il badge “Active” sul bordo dei passaruota anteriore e su quello del battitacco, cerchi in lega da 17 pollici con sfondo scuro a riproporre un contrasto che, volendo ma opzionalmente, può essere richiesto anche per il tettuccio. A coronamento del feel proveniente dal mondo dei suv, l’assetto che, rialzato di 2 cm, assicura una migliore percorrenza su diversi tipi di terreno. 

L’abitacolo propone materiali morbidi al tocco laddove serve: in tal senso, è quasi naturale trovare rivestimenti in pelle per il volante, la leva del freno a mano, ed il pomello del cambio. L’hi-tech, ovviamente, non manca: l’infotainment da 6.5 pollici si avvale dell’interfaccia “SYNC 3”, e consente di scegliere – attraverso il “Select Mode” – la modalità di guida più idonea, switchando tra Normal, EcoSelect (più efficiente), e (appunto) Active (per adattarsi ai terreni accidentati, o resi scivolosi da neve e ghiaccio).

La presenza di un corposo sistema di monitoraggio a 360°, ottenuto dal ricorso a 2 telecamere, 3 radar, e 12 sensori a ultrasuoni, permette di supportare diverse soluzioni di guida assistita: tra queste, annoveriamo il Pre-Collision Assist con Pedestrian Detection, che – ravvisando la possibilità di incidente o (anche di notte) la presenza di pedoni – frena automaticamente in modo da evitare o ridurre l’impatto della collisione, ed il Lane Keeping System, che aiuta a tenere la corsia con una vibrazione che avvisa al momento opportuno il conducente e, in caso di mancata reazione allo scostamento ravvisato, attua una manovra correttiva motu proprio. 

L’efficentazione della propulsione è ravvisabile anche nelle motorizzazioni scelte, di default con cambio manuale a 6 rapporti, che possono contemplare opzioni diesel o benzina con Start&Stop. Nel primo caso, le opzioni preferibili sono l’1.5 TDCi da 85 e 120 cavalli vapore, mentre – nel secondo caso – è possibile orientarsi tra l’1.0 EcoBoost da 85 (per i neo-patentati), 100 (anche con cambio automatico PowerShift a 6 marce), 125, e 140 cavalli vapore.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Fabrizio Ferrara

Fabrizio Ferrara - Nella nuova Ford Fiesta Active, nulla è stato lasciato al caso. Per rendere i clienti più soddisfatti, sono stati curati particolari come il design, più grintoso, le modalità di guida, e le tecnologie di guida assistita a supporto delle motorizzazioni, anche queste piuttosto migliorate nel senso dell'efficienza dei consumi e delle emissioni. Davvero difficile trovarvi un difetto!

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!