Iscriviti

FCA abbandonerà il diesel a partire dal 2022

A rivelarlo è il Financial Times. Ma si tratta solo l'ultima delle case automobilistiche ad abbandonare un carburante che oramai sta diventando sempre meno popolare

Auto
Pubblicato il 26 febbraio 2018, alle ore 16:34

Mi piace
6
0
FCA abbandonerà il diesel a partire dal 2022

Fca abbandonerà i motori diesel per i propri modelli di auto passeggeri a partire dal 2022. E’ quanto ha appena rivelato il Financial Times spiegando che il motivo è da attribuire al crollo della domanda e ai costi crescenti per rendere la tecnologia in linea con gli standard richiesti per le emissioni.

Il famoso e popolare quotidiano finanziario britannico aggiunge che la novità, che riguarderà molto probabilmente tutti i brand, è contenuta nel nuovo piano finanziario che sarà presentato nel prossimo mese di giugno. 

Fca, che possiede i marchi Jeep, Ram, Dodge, Chrysler, Maserati, Alfa Romeo e Fiat, interpellata dai giornalisti del Ft non ha voluto commentare. Il gruppo rappresenta l’ultimo costruttore automobilistico a dire addio a questo tipo di carburante, dopo che Toyota l’anno scorso aveva specificato che probabilmente non avrebbe lanciato un altro modello con un motore diesel, mentre la settimana scorsa il gruppo Volkswagen ha fatto sapere che avrebbe abbandonato la tecnologia dalla sua gamma futura. 

Anche FCA abbandonerà la tecnologia diesel dal 2022

Alla base di questa storica decisione di abbandonare la produzione di auto con motori diesel, riporta Quotidiano.net, “c’è il crollo della domanda e l’aumento dei costi, attuali e in previsione, infatti l’industria stima che saliranno del 20% per lo sviluppo di tecnologie in grado di rispettare i sempre più stringenti target sulle emissioni. Il tutto accompagnato dall’inesorabile avanzata delle auto elettriche, sempre meno care, sia in produzione che al cliente“. 

A pesare poi sul disel ci sono stati in questi ultimi mesi il dieselgate di Volkswagen, accusata di aver venduto più di 11 milioni di auto equipaggiate da dispositivi ‘truccati’ per aggirare i test sulle emissioni: “Lo scandalo ha avuto la conseguenza di spingere i governi a importanti tagli degli incentivi a favore della tecnologia ‘pulita’, fino a valutare divieto totale del diesel in futuro“. La Fca è solo l’ultima casa automobilistica, in ordine di tempo a dire addio in via ufficiale al diesel.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore
Luca Santini

Luca Santini - Il superamento di questa tecnologia è senza ombra di dubbio un buon segno per il progresso del settore automobilistico. SI tratta di un passo nella giusta direzione per cercare di contemperare le esigenze legate alla riduzione delle emissioni. Sembra proprio che finalmente le case automobilistiche si siano rese conto di dover procedere verso un futuro più 'green'.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!