Iscriviti

Intelligenza Artificiale aiuta Google a smascherare odio online

Perspective, una nuova tecnologia che utilizza un'intelligenza artificiale, aiuterà Google a contrastare il linguaggio violento, gli insulti, e i troll, per una rete sempre più pulita e trasparente.

Internet e Social
Pubblicato il 24 febbraio 2017, alle ore 09:28

Mi piace
15
0
Intelligenza Artificiale aiuta Google a smascherare odio online
Pubblicità

La lotta di Google per una rete pulita continua. Le Fake news, notizie non veritiere chiamate comunemente ‘bufale’, sono combattute da tempo.

Ora, l’attenzione è posta a contrastare il linguaggio violento, gli insulti, e i troll, ossia coloro che inviano messaggi con l’intento di provocare, irritare con contenuti fuori tema o senza senso, e con l’unico obiettivo di disturbare le comunicazioni che avvengono online.

Tutto ciò che inquina la rete, e rende meno fruibile la comunicazione, per Google va smascherato ed eliminato, e lo fa utilizzando l’intelligenza artificiale. La nuova tecnologia, Perspective, è stata testata con il New York Times e Wikipedia. Lo scopo di Perspective è quello di aiutare i media nell’individuare i commenti alle notizie online che contengono violenza e odio. Per i siti in lingua inglese, Perspective è già disponibile ed è gratuita: per ora, è proposta agli editori.

Perspective, è una specie di intelligenza artificiale che sfrutta il “machine learning”: nata all’interno di Jigsaw, incubatore di Google ha il compito di analizzare tutti i commenti degli utenti, assegnando a ciascuno un punteggio di “tossicità”. L’intelligenza umana, gli editori, in un secondo momento decideranno come utilizzare le informazioni fornite da Perspective: se, ad esempio, conservare o eliminare i commenti ritenuti “tossici”.

Oltre a Google, il linguaggio violento in rete è combattuto anche da altre compagnie come Twitter, che ha reso più difficile l’iscrizione per chi è già stato sospeso, Instagram, che utilizza filtri anti-bulli e provocatori della rete, Facebook, che – grazie anche all’intervento del presidente della Camera, Laura Boldrini – ha una sua policy: i contenuti segnalati “tossici” verranno cancellarti entro le 24 ore.

Il Presidente di Jigsaw, Jared Cohen, ha spiegato che “Perspective offre agli editori uno strumento per ospitare discussioni inclusive fra gli utenti; nel lungo periodo, potrà fare di più che migliorare i commenti. Speriamo di poter dare il nostro contributo per rendere possibili conversazioni online migliori“.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Marilena Carraro - A volte, a fondo articolo, nei giornali online, ci sono i commenti degli utenti sull'argomento trattato. Non di radon si leggono insulti tra i vari commentatorin e sui contenuti dell'articolo. Leggere i commenti può far sentire il polso della situazione ma, a volte, i toni accesi deludono e, se anche ti vien voglia di partecipare, rinunci. Immagino che l'intelligenza artificiale riesca a catturare le parole, e le frasi "tossiche", ma riuscirà Perspective a percorre tutti gli antri della Rete? Riuscirà a non farsi raggirare da locuzioni, o quant'altro?

Lascia un tuo commento
Commenti
Elena Palatini

24 febbraio 2017 - 13:35:41

Purché non si limiti la libertà di pensiero.

0
Rispondi
Marilena Carraro

24 febbraio 2017 - 13:56:39

... e il rispetto di tutti

0
Fabrizio Ferrara

24 febbraio 2017 - 09:30:10

Finora ho sentito solo chiacchiere: niente di concreto per combattere il cattivo gusto online. Speriamo che Google "quagli" qualcosa.

0
Rispondi