Iscriviti

Attenzione: mail di phishing prendono di mira gli abbonati a Netflix

Secondo un'emittente americana, sarebbe un corso una campagna di phishing ai danni degli abbonati di Netflix: nello specifico, i criminali mirerebbero ad acquisire i dati delle carte di credito di questi ultimi, al fine di addebitare acquisti non autorizzati.

Internet e Social
Pubblicato il 10 luglio 2017, alle ore 13:04

Mi piace
16
0
Attenzione: mail di phishing prendono di mira gli abbonati a Netflix
Pubblicità

Uno dei servizi di streaming multimediale più apprezzati al mondo è Neftlix, da qualche tempo disponibile anche in Italia con i suoi convenienti pacchetti e le tante serie tv originali autoprodotte. È proprio la sempre più numerosa utenza della piattaforma di Reed Hastings ad essere stata colpita da una campagna di phishing che mira a capire i dati delle carte di credito degli abbonati.

L’emergenza informatica in questione è stata notiziata, per la prima volta, da “Valley News Live”, l’emittente all news di Fargo, una cittadina del Nord Dakota. Secondo i colleghi d’oltreoceano, diversi utenti abbonati alla piattaforma di streaming on demand “Netflix” avrebbero ricevuto, nelle ultime ore, una mail senza dubbio di phishing.

Nella missiva digitale, corredata con il logo ufficiale dell’azienda, si spiegherebbe che la nota piattaforma starebbe incontrando delle difficoltà nell’autorizzare la carta di credito dell’abbonato: per questa ragione, la mail – intitolata “Per favore aggiorni la sua carta di credito”- richiederebbe di introdurre nuovamente le proprie credenziali di pagamento via carta di credito o, in alternativa, di inserirne di altre, sul sito “netflixyouraccountpayment.com”. A seguito del successivo controllo dell’utente, in caso di errori persistenti, quest’ultimo potrà contattare la società emettitrice della carta di credito, per spiegare le difficoltà incontrate.

Ovviamente, secondo quanto spiegato dall’alert di cui sopra, si tratta di un semplice tentativo di phishing, messo in piedi da criminali senza scrupoli con lo scopo di impadronirsi dei riferimenti delle carte di credito, che potranno essere usati per portare a termine acquisti non autorizzati, o che – viceversa – verranno posti in vendita nei mercatini del Deep Web, a una manciata di dollari ciascuno.

Netflix stessa, informata della questione, ha spiegato che, qualora tenda a inviare comunicazioni di sicurezza via mail ai suoi abbonati, richiede sempre di andare sul sito ufficiale per prenderne visione, e inserire i dati personali. In ogni caso, per suggerire eventuali episodi di phishing di cui si sia venuti a conoscenza, è sempre possibile inviare una mail di segnalazione all’indirizzo “phishing@netflix.com”.

Esattamente quello che ha dichiarato anche l’impiegata di banca Dena Wainwright, secondo la quale – atteso che le campagne di phishing hanno tutte un modus operandi similare – in questo caso, non bisogna cliccare sul link contenuto nella mail ricevuta: anzi, dopo aver cestinato quest’ultima, è bene aprire il proprio browser e, digitato l’indirizzo “www.nextflix.com”, si potrà entrare nel proprio account, in modo da procedere all’aggiornamento della carta di credito, ma solo se ve ne sia l’effettiva richiesta nell’area delle notifiche di sicurezza.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - La mail che è giunta, nelle scorse ore, agli utenti di Netflix, a cominciare da quelli americani, sembra davvero ben fatta e, nella fattispecie, essendo nativamente in lingua inglese, non presenta molti errori grammaticali e sintattici, di solito indici di una truffa online. Questo ha accresciuto la potenziale efficacia di questa campagna criminale, che mira - come spiegato - a carpire i dati di pagamento delle carte di credito degli abbonati. Quanto mai opportuni si sono rivelati i consigli forniti dai vertici delle aziende e degli istituti di credito, ad effettuare tutti i controlli del caso recandosi direttamente sul sito ufficiale del noto streaming online.

Lascia un tuo commento
Commenti
Sara Petrino

11 luglio 2017 - 13:09:16

Bellissimo, ti piace il mio video invece?

0
Rispondi
Fabrizio Ferrara

11 luglio 2017 - 13:15:33

Non credo che le vittime di Netflix siano così entusiaste...

0