Iscriviti

Bullo provoca uno studente della sua scuola. Poco dopo capisce di aver scelto la vittima sbagliata

Come ogni giorno, questo bullo aveva deciso di attaccare una vittima fra gli studenti della sua scuola. Quel giorno però le cose non sono andate come sperava. GUARDA IL VIDEO SOTTO

Video incredibili
Pubblicato il 18 maggio 2017, alle ore 08:40

Mi piace
0
0
Bullo provoca uno studente della sua scuola. Poco dopo capisce di aver scelto la vittima sbagliata
Pubblicità

Il bullismo negli ultimi anni ha assunto delle proporzioni tali da essere una vera e propria piaga sociale che merita una certa attenzione in quanto miete ogni giorno vittime sempre più giovani che devono affrontare le proprie debolezze e chi si prende gioco di loro.

Sono purtroppo tantissimi i casi di bullismo che ogni anno sfociano in morti, spesso suicidi, dal momento che le vittime piuttosto che continuare a vivere una vita così pesante e dolorosa preferiscono farla finita.

La responsabilità di questo fenomeno è da attribuirsi un po’ a tutti, ai genitori che non hanno saputo impartire una buona educazione, agli insegnanti che non hanno saputo correggere il loro modo di pensare ed alla società tutta che non ha saputo dare il giusto peso a questo problema, preferendo il più delle volte girare lo sguardo.

Il problema nasce quando ad essere toccati siamo noi, i nostri figli ed i nostri nipoti: in quel momento si chiede giustizia, in quel momento vorremmo che tutti si occupassero di quel problema e spesso c’è anche chi si fa giustizia da solo.

Lo sa bene il protagonista di questo video che dopo le continue provocazioni di un bullo della sua scuola ha deciso di metterlo in riga e di fargli capire che deve smetterla con i suoi stupidi giochetti. Poco dopo, il bullo capirà di aver selezionato la vittima sbagliata.

Altrettanto interessante sarà vedere cosa fa un papà quando scopre che il figlio è un bullo. L’uomo non accetta questo atteggiamento del figlio e fa di tutto per riuscire a salvarlo da questo male e riportarlo ad essere un vero uomo.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!