Iscriviti

Upday: ecco l’app per informarsi da 2000 fonti, a suon di swipe

Da qualche giorno, è sbarcata anche in Italia "Upday", il servizio informativo europeo in forma di app per Android, che raccoglie le notizie di 2000 fonti (200 italiane), e le ottimizza in base alla redazione, al deep learning, ed agli interessi dell'utente.

Software e App
Pubblicato il 2 marzo 2017, alle ore 19:34

Mi piace
14
0
Upday: ecco l’app per informarsi da 2000 fonti, a suon di swipe
Pubblicità

Di applicazioni per la lettura delle notizie del giorno, il Play Store di Android ne è davvero pieno, tanto che le new entry del settore cercano in tutti i modi di differenziarsi dai competitor già presenti: così, se Squid punta ad un pubblico giovane, la recente “Upday” – invece – mira a farci scoprire notizie che potrebbero passare inosservate, grazie alla combinazione di deep learning, e lavoro redazionale.

A realizzare “Upday” è l’editore tedesco Axel Springer, che controlla testate come Die Welt, e Bild, in Germania, e Business Insider negli USA: proprio Spinger – nel 2016 – ha lanciato “Upday”, un servizio europeo di notizie che, in meno di un anno, in Francia, Gran Bretagna, Germania, e Polonia, ha raggiunto il ragguardevole traguardo di 8 milioni di lettori unici al mese. Da qui, l’idea di espandersi anche in altri mercati, tra i quali, da qualche giorno, quello italiano: per lo scopo, Upday ha aperto una redazione in Italia, nel Talent Garden, un coworking space sito a Milano Calabiana, assegnandone la direzione a Giorgio Baglio, giornalista professionista con esperienza all’AGI, ove si occupava di digitale, ed esteri.

L’applicazione “Upday” è gratuita e, una volta installata, mostra la schermata Home, ov’è possibile dare uno sguardo d’insieme ai contenuti dell’app, collocati nelle due sezioni, intitolate “Top News” e “My News”. La prima sezione citata, appunto “Top News”, è curata dalla redazione che, dalle 6 alle 23, analizza tutte le notizie più importanti del giorno, e stila – ogni ora – una serie di 8 schede informative: queste ultime riportano il titolo della notizia, una foto, ed un sottotitolo di poche righe, più un pulsante per la condivisione, ed un link

Premendo il link di cui sopra, si accede – a tutto schermo alla pagina della notizia, che è tratta da 2000 fonti in senso globale, e da 200 fonti – note ed attendibili – del panorama informativo italiano: spesso, sotto questo punto di vista, si tratta di notizie che, nelle app native, potrebbero anche essere celate dietro un paywall, e richiedere un pagamento. In questo caso, invece, il tutto è gratuito, dacché le fonti si ripagano con la pubblicità inclusa nelle loro pagine.

Passando alla seconda sezione, denominata “My News”, troviamo – infine – le notizie più importanti per l’utente, selezionate secondo gli interessi che avrà indicato all’inizio (cultura, economia, lifestyle, motori, musica, news, politica, scienze e scuola, spettacolo, sport, tecnologia, viaggi) e che, in ogni caso, potrà rivedere più avanti, e in base al suo comportamento: nello specifico, il riferimento corre alla possibilità di valutare una notizia come interessante, o meno (il deep learning, poi, farà il resto).

Upday, come detto, è già disponibile per l’utenza italiana ma, tuttavia, è destinata ai soli device Samsung, essendo stata cucita apposta per interagire con l’interfaccia degli smartphone coreani. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - Ogni tanto, mi piace installare qualche applicazione dedicata alle notizie, visto che le versioni mobili dei quotidiani italiani non sono proprio il massimo della vita: troppo affollate, ancorché adattate all'uso da smartphone. Le app informative, invece, propongono notizie cucite per la consultazione dal piccolo display touch di un telefono moderno: da qualche giorno, sto valutando Upday, e trovo che "stia sul pezzo", ovvero, che riesca a stare dietro alle notizie più importanti del momento, a volte anche informando su fatti, ed eventi, che le altre app - in genere gestite solo da algoritmi - tendono a scartare. Questa è una nota di merito: altri elementi apprezzabili sono la semplicità dell'interfaccia, davvero essenziale e senza fronzoli, ed il fatto che tenda a valorizzare (tramite la generazione di traffico) le fonti da cui trae le notizie.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!