Iscriviti

Sarahah, l’app del momento: cos’è e come funziona

Sarahah è la nuova applicazione, ideata da Zain al-Abidin Tawfiq, che sta spopolando negli ultimi mesi, e che sta già facendo discutere molti sulle conseguenze alle quali può portare.

Software e App
Pubblicato il 11 agosto 2017, alle ore 19:48

Mi piace
11
1
Sarahah, l’app del momento: cos’è e come funziona
Pubblicità

Sarahah è la nuova applicazione che sta spopolando negli ultimi tempi, ed è stata già considerata pericolosa. Il nome “Sarahah” è arabo, e significa “onestà”. Infatti, questa nuova applicazione, ideata nel 2016, è nata per permetterci di inviare messaggi di ogni tipo in forma anonima, non permettendo così a chi riceve di poter controbattere e rispondere.

Molto semplice da utilizzare, questa app – che ha un’interfaccia simile a tutti i social network più diffusi – ha avuto molto successo tra i giovani e, proprio per questo motivo, sono sorti nuovi dubbi e anche qualche polemica. La paura è che questa applicazione, forte del fatto che il mittente dei messaggi inviati resta anonimo, venga utilizzata anche per diffondere messaggi di odio, di razzismo, o che venga utilizzata anche per bullizzare qualcuno.

L’ideatore, Zain al-Abidin Tawfiq, giovane ragazzo di origine saudita, ci tiene a precisare che lo scopo per il quale questa app è nata ha una natura del tutto diversa. L’applicazione, infatti, nasce per poter dare voce agli impiegati, affinché comunichino in modo “onesto” (da cui, appunto, il nome dell’applicazione) con il proprio datore di lavoro.

Quando è nato nel 2016, in Arabia Saudita, si trattava di un sito sul quale i dipendenti potevano segnalare, in forma anonima appunto, qualsiasi tensione o disservizio che si verificasse sul posto di lavoro. Da principio, l’iniziativa non ha riscontrato molto successo, infatti lo stesso ideatore non ci ha investito molto ma, con il tempo, l’idea ha portato i suoi frutti.

Da un paio di settimane l’app è diventata virale, grazie al suo utilizzo sui social network: utilizzandola, infatti, si possono lasciare feedback anonimi, e anche non richiesti, e questa idea fa gola a molti. Da quando il sito si è trasformato in applicazione, il successo di Sarahah è stato velocissimo. 

Oggi la app conta oltre 14 milioni di utenti, e più di 20 milioni sono i visitatori ogni giorno e, considerando che l’applicazione è scaricabile solo dal 13 Giugno, è un successo notevole. Si è diffusa come un “virus” dapprima in Medio Oriente e, successivamente, negli Stati Uniti, in Canada, e in Europa.

Il grande successo di questa app è la semplicità di utilizzo, e il fatto che si possano inviare messaggi anonimi. Eppure, la stessa ragione che ha permesso a Sarahah di avere tanto successo è la stessa che la rende un’arma molto pericolosa. Il rischio maggiore è che l’applicazione venga usata per diffondere messaggi di odio, e incoraggiare fenomeni di bullismo.

L’ideatore Tawfiq ha comunque ribadito che verranno effettuati dei controlli, per far sì che l’utilizzo dell’applicazione sia solo in positivo.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Antonella Casto - Come ogni social network, anche questa applicazione può essere un arma a doppio taglio. Considerando che il bullismo è un fenomeno molto frequente nel popolo giovanile, e proprio il pubblico che utilizza i social network è soprattutto giovane, si ha paura che questa app non venga utilizzata in modo onesto. Speriamo che vengano effettuati veramente dei controlli affinché questa app venga utilizzata solo in modo positivo.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!