Iscriviti

macOS High Sierra: il nuovo sistema operativo per Mac, iMac, e Macbook

Destinato a porre le basi per le innovazioni future (la VR), ed a accompagnare quelle attuali (il 4K), appare macOS High Sierra, il sistema operativo presentato dalla Apple al WWDC 2017: tra le peculiarità annunciate, più fluidità e sicurezza.

Software e App
Pubblicato il 6 giugno 2017, alle ore 13:30

Mi piace
12
0
macOS High Sierra: il nuovo sistema operativo per Mac, iMac, e Macbook
Pubblicità

Una delle novità più importanti, presentate in quel di San José, in occasione del WWDC 2017 della Apple, è stata quella relativa alle innovazioni software. Oltre al nuovo iOS 11, al WatchOS 4 (per gli smartwatch di Cupertino), anche il sistema operativo destinato ai Mac (es. i nuovi Macbook ed i nuovi iMac) ha ricevuto una certa attenzione: non è arrivato un nuovo Os, ma – quello attuale, ovvero macOS Sierra, si è evoluto in High Sierra

macOS High Sierra, numero di release 10.13, pone le basi per maggiori innovazioni future, ed aiuta a fare meglio quel che già ora si fa con i Mac. Per riuscirci, i tecnici della Apple hanno – innanzitutto – cambiato il file system, che preside all’organizzazione dei file sullo storage fisico: pensionato l’HFS, usato negli ultimi trent’anni, si è fatto spazio al nuovo Apple File System (AFS) che punterà molto sulla sicurezza (prevenzione dei crash, crittografia nativa, backup più facili) e sulla reattività generale: a tal proposito, il capo della divisione software di Apple – Craig Federighi – ha spiegato che la duplicazione dei file (compresi i grossi video) è praticamente istantanea, e che le app pre-installate, anche grazie ad una loro ottimizzazione, offrono prestazioni migliori (l’app foto, arricchita di nuovi strumenti di editing, occupa meno memoria nello storage, come pure – con un meno 35% – l’app Mail).

Per quello che riguarda l’ambito multimediale, stante la crescente diffusione di contenuti in risoluzione 4K, si è pensato di introdurre il codec H.265 che, rispetto all’H2.264 oggi in auge, comprime maggiormente (+ 40%) i file video (anche quelli elaborati con Motion, o Final Cut), senza perdere qualità, o fluidità nella riproduzione. Inoltre, le librerie Open GL sono state sostituite dalle API Metal 2 proprietarie, con prestazioni migliorate in ambito grafico, possibilità di supportare schede grafiche esterne, la realtà virtuale (es. Steam VR, il progetto di Valve per rendere fruibili i suoi giochi tramite HTC Vive), ed i più diffusi motori grafici usati nei giochi 3D (quindi, UnReal Engine, e Unity). 

Infine, Safari: anche il browser di serie è stato migliorato, onde assicurare una più piacevole esperienza navigatoria nella grande Rete. Innanzitutto, d’ora innanzi, si potrà navigare con una maggiore velocità, tra una pagina e l’altra e, in aggiunta a ciò, non ci si dovrà preoccupare né dei video che partono in automatico (Autoplay Blocking), né dei sistemi di tracking che il machine learning sarà in grado di identificare e neutralizzare, in modo che non condizionino ciò che si vede durante la navigazione. Su ogni sito, inoltre, sarà possibile applicare le impostazioni di visualizzazione/fruizione preferite, e – laddove supportato – anche la comoda modalità “lettura” (Vista Reader). 

macOs High Sierra è già disponibile da oggi, in modalità Developer Beta privata, mentre – a fine Giugno – arriverà la prima beta pubblica: la release stabile, installabile a vantaggio dell’utenza comune, arriverà in autunno. Ad avvantaggiarsi del rinnovato macOS Sierra saranno i MacBook e gli iMac usciti dalla fine del 2009 in poi, i MacBook Air ed i MacBook pro distribuiti dalla fine del 2010 a seguire, i Mac Pro ed i Mac Mini del 2010 e oltre. 

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Fabrizio Ferrara - In genere, preferisco le grande novità ai piccoli passi. Nel caso di macOS High Sierra, però, posso capire Apple: ha posto le basi per il futuro, sia esso all'insegna della realtà virtuale o dei video in 4K, e ha lavorato molto affinché il file system fosse più scattante e, soprattutto, sicuro. Uno dei vantaggi dei prodotti Mac, in fondo, è sempre consistito negli affinamenti, e nelle continue ottimizzazioni, software di app e sistemi operativi: i risultati si vedono e, se macOS, è considerato uno dei migliori sistemi operativi esistenti, una ragione ci dovrà pur essere.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!