Iscriviti

Strage in Siria: effetti del gas Sarin sull’uomo

Cosa sono le armi chimiche e quali gli effetti che hanno sull'uomo, per capire quanto sia lenta e dolorosa la morte provocata con il gas Sarin.

Salute
Pubblicato il 5 aprile 2017, alle ore 15:54

Mi piace
15
0
Strage in Siria: effetti del gas Sarin sull’uomo
Pubblicità

Il 4 Aprile 2017 sarà ricordato come l’ennesimo fallimento della civiltà tutta. Il raid aereo in Siria con l’uso di armi chimiche, nello specifico del gas Sarin, ha provocato la morte, da una stima in costante aggiornamento, di 72 persone tra le quali 20 bambini e 17 donne. Sono stati segnalati altri attacchi nelle stesse ore ed alcuni con un obiettivo specifico: gli ospedali.

Ma cosa sono le armi chimiche e soprattutto quali sono gli effetti del Sarin sull’uomo?

Le armi chimiche rientrano nelle armi di distruzione di massa insieme alle armi biologiche, nucleari e radiologiche e sono state messe al bando dalle Nazioni Unite con la Convenzione sulle armi chimiche del 1993. La maggior parte ha usi illegittimi mentre solo alcune sono impiegate per scopi industriali.

Il Sarin o GB è un gas nervino che si trova allo stato liquido, inodore e di color giallo a temperatura ambiente ed è estremamente volatile. Colpisce il sistema nervoso ed i primi sintomi sono difficoltà respiratoria e contrazione delle pupille; si osservano anche difficoltà nel parlare, allucinazioni e nausea.

Gli stadi finali portano, poi, la perdita delle funzioni corporee e spesso si verificano vomito e perdita di urina e feci fino ad arrivare allo stato comatoso e alla morte per soffocamento in seguito a forti spasmi convulsivi.
Le persone esposte al Sarin, anche in dosi non letali, possono avere danni neurologici irreversibili.

Questo gas è stato usato nel 1995 nell’attacco terroristico presso la metropolitana di Tokyo, nel 2013 a Damasco, ieri nel villaggio di Khansheikhoun a Idleb in Siria.

Il dramma che sta vivendo questo Paese è atroce e le conseguenze potrebbero essere ancor più disastrose se si continuasse ad usare quest’arma di distruzione dai potenti effetti sia nel breve che nel lungo periodo.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Lilly Prosperi - Dopo il tragico evento di ieri ho sentito la necessità di scrivere questo articolo per far capire quanto sia lenta e dolorosa la morte con le armi chimiche e nello specifico con il gas Sarin. La guerra è sofferenza e dolore, ma ho riflettuto sul fatto che stiamo tragicamente peggiorando anche nell'infliggerli.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!