Iscriviti

Gli alcolici in gravidanza hanno effetti “esterni” sul bambino

Un gruppo di ricercatori australiani ha misurato gli effetti “esterni” causati sui bambini dall’assunzione di alcolici durante i nove mesi di gravidanza.

Salute
Pubblicato il 7 giugno 2017, alle ore 21:46

Mi piace
20
0
Gli alcolici in gravidanza hanno effetti “esterni” sul bambino
Pubblicità

Da diverso tempo è noto che l’assunzione di quantità elevate di alcolici durante la gravidanza può essere pericolosa per il nascituro, che rischia la sindrome alcolica fetale. Il principale responsabile sarebbe l’etanolo. I dati ci dicono che il 30-40% delle donne incinte che bevono abitualmente alcol partorisce poi un bambino con i sintomi della sindrome alcolica fetale (FAS). Tali sintomi sono anomalie fisiche, iperattività e deficit di attenzione e apprendimento.

Un team di ricercatori del Murdoch Children’s Research Institute di Victoria (Australia) ha deciso di misurare gli effetti “esterni”, ovvero gli effetti fisici, che derivano per l’appunto dal consumo di alcol durante la gravidanza.
Per fare questo sono state monitorate ben 1.570 donne, durante la gravidanza e nei periodi successivi la nascita del bambino.

Il 27% delle donne del campione considerato ha dichiarato di aver assunto, anche se in ridotte quantità, alcol nell’arco dei nove mesi gestazione. Al raggiungimento del primo anno di età, i bambini sono stati fotografati, attraverso una tecnica di imaging, da diverse angolazioni.

Rispetto ai bambini nati da mamme che non avevano assunto alcol in gravidanza, gli altri hanno mostrato delle differenze concentrate nella zona degli occhi, del naso e della bocca (occhi lievemente più piccoli, spazio ridotto tra naso e bocca). In particolare, mostravano un naso leggermente più corto e all’insù.

I ricercatori hanno dunque avuto la conferma del fatto che l’alcol assunto in gravidanza altera il profilo del bambino.

Ovviamente, come sottolineato dai ricercatori, si dovrà verificare se a queste piccole anomalie corrisponderanno anche altrettanti problemi di sviluppo.

Altre notizie interessanti
Cosa ne pensa l’autore

Francesca Paola Scimenes - Personalmente ritengo che non sia difficile per una mamma che ha a cuore la salute del proprio bambino decidere di rinunciare per nove mesi agli alcolici. Si tratta di un piccolo sacrificio e oltretutto temporaneo. Questa ricerca deve far riflettere le future mamme sul fatto che ogni comportamento da loro adottato durante la gravidanza ha delle ripercussioni sul bambino.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!