Iscriviti

Napolitano Presidente della Repubblica, il discorso in Parlamento

Emozione del neo Presidente Napolitano che più volte ha dovuto interrompere il suo discorso di insediamento al Quirinale, concluso tra gli applausi delle forze politiche.

Politica
Pubblicato il 8 maggio 2013, alle ore 08:51

Mi piace
0
Preferiti
0
Napolitano Presidente della Repubblica, il discorso in Parlamento
Pubblicità
  • correlati
  • commenti

Aula gremita e atmosfera da occasione storica: nell’aula di Montecitorio il Parlamento, in seduta comune, ascolta il giuramento del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano e il suo discorso a tratti severo con tutte le forze politiche, terminato tra gli applausi dei presenti.

Napolitano, visibilmente emozionato, si è dovuto interrompere varie volte con la voce rotta dall’emozione di essere il primo capo dello Stato a essere chiamato ad un bis del mandato. Già al momento del giuramento la voce si è incrinata. Evidente la commozione quando ha ricordato il suo lavoro instancabile fin dal primo giorno da deputato ventottenne. Applausi a scena aperta del Parlamento, che però non sono serviti a mitigare la sua severa franchezza nei confronti di tutti i responsabili delle mancate riforme di questi anni, a cominciare dalla mancata revisione della legge elettorale.

Ad ascoltarlo, il governo al completo con il premier Mario Monti fra i banchi dell’esecutivo, il leader Pdl Silvio Berlusconi seduto fra Renato Schifani e Angelino Alfano e Pier Luigi Bersani, in alto fra i banchi del Pd, un po’ defilato rispetto ai principali esponenti del partito.

Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!