Iscriviti

Letta taglia le auto blu e i voli di Stato per destinare fondi alla Protezione Civile

Il premier annuncia il taglio di un quarto delle auto blu di Palazzo Chigi e la vendita di 3 aerei di Stato per rafforzare la flotta di Canadair e elicotteri anti incendio

Politica
Pubblicato il 22 agosto 2013, alle ore 09:12

Mi piace
0
Preferiti
0
Letta taglia le auto blu e i voli di Stato per destinare fondi alla Protezione Civile
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Enrico Letta ha annunciato tre nuovi interventi all’insegna dell’austerity.

Il primo riguarda la la vendita di 3 dei 10 aerei di Stato. “I tre aerei, un Airbus 419 e due Falcon 900, ci porteranno 50 milioni di euro che saranno indirizzati alla Protezione Civile”.

Infatti l’allarme incendi soprattutto in Sardegna ha fatto scattare l’allarme. “Gli ultimi tagli hanno penalizzato le squadre di soccorso, ora rimetteremo in funzione la squadra che gestisce gli incendi e interverremo sulla manutenzione dei Canadair”, ha detto il premier Enrico Letta.

Il secondo intervento del governo riguarda le auto blu in dotazione a Palazzo Chigi, che vengono ridotte da 60 a 44, escluse quelle in servizio per esigenze di sicurezza. Nella direttiva se ne disciplina anche l’utilizzo superando la distinzione tra auto assegnate in uso non esclusivo (ad esempio, ai capi di gabinetto e ai capi dipartimento) e auto utili per servizi operativi. Le prime potranno dunque essere utilizzate a pieno regime per esigenze comuni all’amministrazione negli orari in cui non saranno necessarie agli assegnatari.

Infine il premier ha annunciato una terza direttiva, che mira a ridurre i costi delle missioni del personale della presidenza del Consiglio. Priorità ai voli in classe economica e all’utilizzo dei mezzi pubblici, mentre il taxi dovrà essere usato soltanto nei casi in cui non vi sia “un modo più economico per raggiungere il luogo della missione”.

Insomma, delle misure orientate alla “diminuzione dei costi e una maggiore efficienza e riduzione dei privilegi”, ha affermato Enrico Letta.

Le nuove misure annunciate dal premier sono state bene accolte da tutti, anche se non è mancata qualche polemica. Renato Brunetta, tra l’altro, ricorda come sulle auto blu il dossier dei tagli sia stato aperto da Berlusconi. Mentre Paolo Ferrero (Prc), ben più velenoso, dichiara: “Inutile tagliare uno spreco per farne un altro, enorme, come continuare il programma degli F35”.

Enrico Letta ha concluso la conferenza stampa ribadendo che, per quanto riguarda la questione Imu, “La soluzione arriverà entro il 31 agosto”.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!