Iscriviti

Letta: forte rischio di uscita dall’Ue della Gran Bretagna

Per Enrico Letta bisogna scongiurare il pericolo di un'uscita della Gran Bretagna dall'Ue.

Politica
Pubblicato il 24 luglio 2013, alle ore 15:04

Mi piace
0
0
Letta: forte rischio di uscita dall’Ue della Gran Bretagna
Pubblicità

(Reuters) – Il  presidente del Consiglio Letta ha affermato che c’è un “forte rischio” che la Gran Bretagna lasci l’Unione Europea nei prossimi anni e ha invitato gli altri paesi a lavorare per ridurre la prospettiva di un’uscita.

“Siamo convinti che nei paesi dell’Unione Europea, noi stiamo sottovalutando il rischio di vedere il Regno Unito fuori dall’Europa. A mio avviso, è un rischio enorme,” Enrico Letta ha affermaro a Londra, durante un discorso pubblico.

“Dobbiamo essere molto cauti … e dobbiamo approntare una discussione per cercare di prevenire questo rischio”.

Il primo ministro britannico David Cameron, che incontrerà presto Letta a Londra, ha promesso di indire un referendum sulla permanenza della Gran Bretagna nella UE entro la fine del 2017.

I sondaggi indicano che i britannici sono divisi sulla permaneza, con un po’ di favorevoli in più all’uscita, ma molti rimangono indecisi.

Letta ha detto che l’Unione Europea senza la Gran Bretagna sarebbe meno ingaggiata nel libero mercato e “player globale”.

L’Italia dovrà presiedere il blocco delle 28-nazioni nella seconda metà del 2014.

Nel suo intervento, Letta ha detto che i movimenti verso una maggiore integrazione nell’Eurozona non dovrebbero minacciare mercato unico dell’UE o lasciare i paesi al di fuori dell’area della moneta unica meno confortevoli con la loro appartenenza ad una unione più grande.

“Lavoreremo insieme per dare buone ragioni al Regno Unito per vedere il suo futuro in una Unione Europea riformata”: meno regolamentazione, mercato unico più profondo e nuovi patti commerciali internazionali che attraggano la Gran Bretagna.

Letta è intervenuto al Chatham House think-tank di Londra all’inizio di una visita di due giorni in Gran Bretagna.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!