Iscriviti

Governo Letta, sciolta la riserva, ecco i 21 ministri

Il vicesegretario del PD ha accettato l’incarico di formare il nuovo governo dopo l’incontro con Napolitano. Presentata la squadra di governo, e non mancano le sorprese. Mai così tante donne, ben 7, e nessun big.

Politica
Pubblicato il 8 maggio 2013, alle ore 08:47

Mi piace
0
Preferiti
0
Governo Letta, sciolta la riserva, ecco i 21 ministri
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Enrico Letta, questa mattina, è salito al Colle per sciogliere la riserva, annunciando ufficialmente di aver accettato l’incarico di formare e guidare il nuovo esecutivo.

Un governo definito “politico” dal Presidente Napolitano, in quanto “formato nella cornice istituzionale e secondo la prassi della democrazia parlamentare”.

Il nuovo premier Enrico Letta si è detto soddisfatto per «la squadra che siamo riusciti a comporre» e per «la disponibilità e le competenze che si sono messe al servizio del Paese», ma non solo. Il presidente del Consiglio ha espresso soddisfazione anche per «il record della presenza femminile» nel nuovo governo e per «il ringiovanimento della compagine».

Nel pomeriggio Letta ha comunicato la lista dei ministri da proporre al capo dello stato per formare il nuovo esecutivo,

tra cui sono presenti 21 ministri, diciotto dei quali per la prima volta.

Angelino Alfano, che sarà il Ministro dell’Interno, ricoprirà anche il ruolo di Vicepresidente del Consiglio. Le donne del governo Letta sono sette e per la prima volta ci sarà una persona di colore, Cécile Kyenge al ministero per l’Integrazione. I ministri con portafoglio sono 13, mentre quelli senza portafoglio sono 8.

Ecco la lista completa, che sarà integrata, nei prossimi giorni, con la nomina dei viceministri e dei segretari:

Ministri con portafoglio:

Interni (vicepremier): Angelino Alfano, 42 anni, segretario del Pdl;
Esteri: Emma Bonino, 65 anni, esponente dei radicali già ministro nel secondo governo Prodi;
Giustizia: Anna Maria Cancellieri, 70 anni, ministro uscente dell’Interno ed ex prefetto;
Economia: Fabrizio Saccomanni, 70 anni, direttore generale della Banca d’Italia;

Difesa: Mario Mauro, 52 anni, senatore di Scelta Civica;
Sviluppo Economico: Flavio Zanonato, 63 anni, ex sindaco di Padova ed esponente del Pd;
Infrastrutture e Trasporti: Maurizio Lupi, 53 anni, esponente del Pdl e di Cl;
Politiche Agricole, Alimentari e Forestali: Nunzia De Girolamo, 37 anni, deputata del Pdl;
Istruzione, università e ricerca: Maria Chiara Carrozza, deputata del Pd e rettore della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa;
Beni Culturali e Turismo: Massimo Bray, 54 anni, deputato del Pd;
Lavoro e Politiche Sociali: Enrico Giovannini, 55 anni, presidente dell’Istat;
Salute: Beatrice Lorenzin, 42 anni, deputata del Pdl;
Ambiente e Territorio: Andrea Orlando, 43 anni, portavoce del Pd.

Ministri senza portafoglio

Affari europei: Enzo Moavero Milanesi, 53 anni, ministro uscente del governo Monti ed ex giudice della Corte di Giustizia Europea;
Affari regionali e delle autonomie: Graziano Delrio, 53 anni, presidente dell’Anci;
Sport, Politiche Giovanili e Pari Opportunità: Josefa Idem, 49 anni, campionessa olimpica ed esponente del Pd;
Coesione territoriale: Carlo Trigilia, sociologo;
Rapporti col Parlamento: Dario Franceschini, 54 anni, ex segretario del Pd;
Pubblica Amministrazione e Semplificazione: Giampiero D’Alia, deputato di Scelta Civica;
Riforme Costituzionali: Gaetano Quagliariello, 53 anni, senatore del Pdl;
Cooperazione internazionale e integrazione: Cecile Kyenge, 49 anni, medico di origine congolese eletta con il Pd;

Sottosegretario alla presidenza del Consiglio: Filippo Patroni Griffi.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!