Iscriviti

G8 al via, lavoro e crisi siriana i temi caldi

Oggi ha inizio in Irlanda del Nord il summit che riunisce i G8. I temi principali saranno il lavoro, la crescita e la crisi in Siria. Per Letta incontri bilaterali con Obama e Putin

Politica
Pubblicato il 17 giugno 2013, alle ore 10:10

Mi piace
0
Preferiti
0
G8 al via, lavoro e crisi siriana i temi caldi
Pubblicità
Interessi da seguire
  • correlati
  • commenti

Si apre oggi a Lough Erne, in Irlanda del Nord, il vertice del G8, il meeting tra i leader degli otto paesi più industrializzati del mondo.

Gli argomenti principali del dibattito saranno la crescita, la disoccupazione giovanile e la lotta all’evasione fiscali, temi che il premier italiano Enrico Letta, al suo prima partecipazione al G8, ha fortemente voluto che venissero inclusi nella discussione.

I temi economici, disoccupazione a parte, riguardano i dazi commerciali, i “paradisi fiscali”, e lo scambio di informazioni bancarie e sui contribuenti.

Inevitabilmente verrà analizzata la questione siriana, in quanto le posizioni, nel vecchio continente, sono ancora divergenti riguardo un possibile sostegno ai ribelli.

Prima dell’inizio ufficiale del vertice, ci sarà un incontro tra Enrico Letta, il premier britannico David Cameron, la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese François Hollande, per mettere a punto una strategia comune.

Grande attesa per il primo faccia a faccia tra Enrico Letta e il presidente americano Barack Obama, ma soprattutto per quello tra lo stesso Obama e  Vladimir Putin, un incontro piuttosto delicato  dopo l’inasprimento dei toni registrato negli ultimi giorni tra Usa e Russia, a seguito dell’accusa lanciata da Washington al regime siriano di aver fatto ricorso ad armi chimiche contro l’opposizione. Il presidente Usa è intanto arrivato a Belfast con l’aereo presidenziale, accompagnato dalla moglie Michelle e dalle figlie, dove farà una breve visita in città. Terrà anche un discorso prima di incontrare il premier russo. Al termine della sua breve visita nella capitale nordirlandese, la famiglia dell’inquilino della Casa Bianca si trasferirà a Dublino, mentre Obama andrà nel resort super-controllato per il summit.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!