Iscriviti

Berlusconi: Macron? Un ragazzo con una mamma che se lo porta appresso

Berlusconi ha rispolverato la pungente ironia dei vecchi tempi, parlando del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron. Rimembrando le gaffe epocali che l'hanno reso - tristemente - famoso.

Politica
Pubblicato il 16 maggio 2017, alle ore 19:31

Mi piace
11
0
Berlusconi: Macron? Un ragazzo con una mamma che se lo porta appresso
Pubblicità

Il tempo non ha scalfito lo stile inconfondibile di Silvio Berlusconi: l’ex premier ha rispolverato le vecchie battute da cabaret parlando del nuovo presidente francese e della moglie Brigitte.

Bei tempi quando le sue gaffe internazionali provocavano clamore internazionale, quando era Presidente del consiglio, e il suo “Barack Obama? Giovane, bello e abbronzato” rimbalzò su tutte le testate mondiali.

L’uomo dalla battuta facile, che alberga dentro di lui, non ha desistito dal palesarsi “Emmanuel Macron? É un bel ragazzo che ha una bella mamma che se lo porta sottobraccio”. Elegante riferimento alla moglie del presidente della Repubblica di Francia, Brigitte Trogneux di 24 anni più vecchia del marito.

Le gaffe di Silvio Berlusconi, da capo del governo, sono quasi innumerevoli: venne ripreso dalla Regina d’Inghilterra perché parlava a voce troppo alta durante un incontro tra capi di Stato e di governo, dette del kapò all’allora capogruppo del Pse all’Europarlamento Martin Schulz con invito a prendere parte ad un film sui campi di concentramento, stampò un bel paio di corna al ministro degli Esteri spagnolo Josep Piqué durante una foto di protocollo.

Berlusconi, a Monza, per presenziare ad una iniziativa elettorale, ha toccato lo spinoso argomento Lega Nord. “Per essere uniti bisogna comportarsi l’un l’altro in maniera corretta ed educata”. Salvini non intende più avere una “Lega con il cappello in mano” e l’ex premier conclude “Non sono mai venuti ad Arcore con il cappello in mano. Comunque, quando sono venuti si sono trovati molto bene: perché la cucina è eccezionale, l’accoglienza cordialissima e le idee sono il meglio che si possa trovare in circolazione”.

Altri video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Chiara Lanzini - Come non ricordare con nostalgia il Cavaliere nei momenti d'oro, quando nell'ambito prestigioso e internazionale si percepiva come se fosse ad Arcore, attorniato da Emilio Fede e Lele Mora. Un momento di tenerezza mi coglie per quest'uomo iper liftato, abbronzato, una statua di cera vivente, che ha contribuito alla distruzione del nostro Paese.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!