Iscriviti

Beppe Grillo a sorpresa in Senato: “Napolitano? Chiederò l’impeachment”

Il leader del M5S, in Senato per incontrare i suoi rappresentati, ha ribadito la volontà di chiedere l'impeachment per Napolitano e poi ha affermato: “Se perdo le elezioni me ne vado”

Politica
Pubblicato il 28 ottobre 2013, alle ore 20:20

Mi piace
0
0
Beppe Grillo a sorpresa in Senato: “Napolitano? Chiederò l’impeachment”
Pubblicità

Beppe Grillo questo pomeriggio si è presentato al Senato per un incontro con i parlamentari a 5 stelle, dopo le discussioni interne delle settimane scorse.

Accompagnato dal responsabile per la comunicazione del M5S Claudio Messora, il leader 5 Stelle è entrato nella sede di Palazzo Madama senza rilasciare alcuna dichiarazione. “Sono venuto a vedere l’arredamento”, ha scherzato Beppe Grillo a chi gli chiedeva il perché della sua visita in Senato e poi è partito all’attacco del presidente Giorgio Napolitano: “Non essere andati al Quirinale per discutere di legge elettorale non è uno sgarbo. Non voglio che lo si veda così”. “Con i giochi già fatti bisognava andare li a far cosa?” dice Grillo. “Il rapporto che c’è con questo signore anziano – afferma ancora Grillo a proposito del Capo dello Stato – è un rapporto che si è complicato. Almeno per me è complicato, perché non rappresenta più la totalità degli italiani ma è un presidente di settore. Quindi con i giochi già fatti era inutile andare” al Quirinale, ha concluso Beppe Grillo.

L’ex comico ha poi rincarato la dose, ribadendo l’intenzione di voler chiedere “l’impeachment per Napolitano perché non rappresenta più il popolo italiano, è di parte. E su questo decido io. Ci ho parlato due volte con questo signore qua: ha quasi 90 anni ed è da 60 anni in politica, è una persona furba e molto scaltra. A quell’età o sei saggio o sei furbo, lui è molto furbo”.

Beppe Grillo interviene poi sulla legge elettorale. “Abbiamo un presidente del Consiglio che va in televisione a mentire, dicendo che noi non vogliamo cambiare il Porcellum. Siamo all’analisi comportamentale, ci sono grossi problemi”. “Sarebbe meglio andare al voto, in qualsiasi modo. Se perdo le elezioni non ho intenzione di andare avanti. Questi qui non la devono toccare la Costituzione. Questi qui, così li chiamo io, non possono neanche avvicinarsi alla Costituzione”.

Il premier Enrico Letta ha subito replicato alla parole di Beppe Grillo: “L’attacco di Grillo a Napolitano va respinto con fermezza. L’impeachment è assurdo”, scrive il presidente del Consiglio su Twitter, aggiungendo: “Grillo vuole solo instabilità. Non di questo ha bisogno l’Italia”.

Altre notizie interessanti
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!