Iscriviti

Un veterinario salva un cane con centomila pulci addosso

Il cane è stato portato da dei volontari dal veterinario dopo essere stato salvato, ma ben presto ci si è accorti che lo strato di sporco che ricopriva la bestiola erano in realtà decine di migliaia di pulci.

Natura e Animali
Pubblicato il 3 agosto 2017, alle ore 16:11

Mi piace
17
0
Un veterinario salva un cane con centomila pulci addosso
Pubblicità

Rascal, un esemplare di Terrier di 14 anni di età, è stato ritrovato sull’isola di Vancouver e la sua presenza è stata segnalata a dei volontari che hanno provveduto ben presto a raccogliere il vecchio cane, il quale è apparso subito molto sporco agli occhi di coloro che lo hanno soccorso.

Giustamente, il pensiero di questi soccorritori è stato subito quello di portare il povero cane da un veterinario, per permettere loro di curarlo con tutto ciò di cui era necessario per rimettere in salute il vecchio Terrier. Ma il medico, appena preso in esame gli strati di sporco che si trovavano nel pelo del cane, si è reso conto che la realtà dei fatti era ben diversa e ancora più pericolosa per la salute del Terrier.

Gli strati di sporcizia erano, in realtà, delle colonie di pulci che erano intente da molti mesi a succhiare il sangue che perveniva sugli strati superficiali della pelle del cane. Il veterinario ha valutato che queste pulci erano più di centomila e che il cane fosse ad un passo dalla morte, per il tanto sangue che gli veniva estratto dai morsi delle pulci.

La prima cosa che il medico ha fatto è stato lavare il cane e rimuovere tutte le pulci, dopodiché al cane è stato accorciato il pelo e dopo questa rasatura è stato lavato di nuovo per assicurarsi che la pulizia fosse completa.

Concluse queste operazioni primarie, al cane sono state sottoposte diverse trasfusioni di sangue per rimetterlo in salute. Il cane Terrier deve trascorrere molto tempo insieme al veterinario per recuperare velocemente uno stato di forma degno per una qualunque creatura. La polizia locale sta intanto indagando se il cane avesse un padrone, per mettere di fronte questa persona alle sue responsabilità davanti alla giustizia, per aver lasciato questo bel cane in pessime condizioni.

Video interessanti:
Cosa ne pensa l’autore

Claudio Bosisio - Un povero cane non può essere lasciato in queste condizioni, è una barbarie a cui nessuno dovrebbe essere sottoposto. Essere coperto da centomila pulci deve essere stata una tortura micidiale e cronica per questo cane, per fortuna però che ci sono state persone di buon cuore che si sono interessate a lui e gli hanno ridato una vita degna di essere vissuta.

Lascia un tuo commento
Commenti

Non ci sono ancora commenti su questo contenuto. Scrivi la tua opinione per primo!